Scegliere di amare

Cosa significa scegliere di amare? Molto. Significa tracciare un sentiero nella tua vita, sapendo qual è l’orizzonte verso cui ti stai muovendo. Scegliere di amare sempre, come atteggiamento interiore, verso chi non ti piace, chi ti fa soffrire, la difficoltà della vita, te stesso, la tua esistenza. È una scelta fondamentale, perché implica l’attivazione di percorsi interiori potentissimi, che non solo possono trasformare la tua realtà, ma anche i percorsi dei tuoi pensieri. Perché tutto è collegato, ed anche quando ti dovesse sembrare che non hai potere sulla tua vita, in realtà, sei tu che crei quello che provi. Scegliere di amare è una scelta di fiducia e di coraggio. Ma non pensare che si tratti di una scelta di rinuncia, ai tuoi proprio diritti, alla tua affermazione, alla realizzazione delle tue istanze profonde. È proprio il contrario: amare, combattendo. Amare, affrontando. Amare, costruendo, e non, indietreggiando. I problemi della vita restano problemi fino a che non vedi le soluzioni. Ed è là, dove c’è la scelta di amare, che puoi trovare le risposte più straordinarie per la tua vita.
(Scorrendo la pagina puoi leggere la trascrizione dell’audio della puntata)

Cosa significa “scegliere di amare”

Stavo riflettendo su una frase che mi ha detto un caro cliente, Itaco (nome di fantasia, vite vere, storie vere). Parlando di una relazione che ha, con una compagna che, in fondo, non è il suo ideale di donna, di cui non apprezza certe durezze, un modo aspro di criticarlo, ha detto: “vorrei provare più amore”. Riflettendo sul significato di questo suo pensiero, è passato dal suo desiderio di provare più amore per questa ragazza, al fatto che però non vorrebbe provare amore come Buddha o Madre Teresa di Calcutta. Eppure, Buddha e Madre Teresa di Calcutta, hanno vinto, e molto. Vorrebbe provare più amore, ma anche, vincere.

Ieri notte ho ricevuto un messaggio da una persona, Marina. È una donna giovane, non è una mia cliente, né una mia allieva, ma ha a che fare con una persona che è parte della mia vita. Lei ha problemi con questa persona, da un lato, l’aiuta, dall’altro, l’accusa. Non si mette mai in discussione, neanche di fronte all’evidenza, mentre mette sempre molto in discussione gli altri. Questo, senza tener conto delle realtà oggettive. Che, si sa, della realtà soggettiva ognuno tiene sempre molto conto. “La mappa non è il territorio”, l’arcinoto slogan della PNL, dovrebbe essere usato come monito, per ricordarci che ciò che ognuno di noi trae dalla realtà, interpreta, della realtà, non è la realtà. E che per capire davvero, la nostra realtà interiore, e quella che ci circonda, occorre tanto impegno. Anche Marina ama vincere. Raramente sceglie di amare, se non ciò che vuole, i bisogni che soddisfano le idee, molto materiali, che ha della vita. Eppure, Marina pensa di amare. E posso dirti che è vero, in effetti, Marina ama. Cosa, come, perché, è tutta un’altra storia.

Perché per amare serve essere forti

Anche Itaco, ama. Cosa, come, perché, nel suo caso è una storia nota: deve scegliere la vita che vuole creare, completamente libera dai modelli condizionanti del suo passato, o capace di mediare con questi ed usarli in modo positivo, o cercando di aderirvi superandoli. Non c’è mai una scelta universale giusta, su misura, per il caso particolare, ma ci sono delle prospettive e dei criteri giusti, quelli sì, per tutti. Scegliere di amare. Cosa significa? E perché si dovrebbe fare questa scelta?

Scegliere di amare significa scegliere di aprire la tua vita alla fiducia, sapere che c’è sempre qualcosa di buono, anche nella persona che ti fa soffrire, e che chi sta bene, crea bene per gli altri, da cui deriva che più le persone fanno soffrire, meno equilibrio hanno dentro di loro. Per questo, non esiste vera felicità senza vero equilibrio. Equilibrio inteso come scelta autonoma di autodeterminarti, emancipandoti dalla tua storia di vita, dalle relazioni che ti hanno influenzato, dalle cose che ti hanno cambiato. Perché il miglior cambiamento è quello che tu scegli, e che rispetta la tua natura essenziale profonda.

Scegliere di amare significa scegliere la strada della comprensione, e della compassione, cum-patire, essere a fianco della persona che sbaglia, metterti dal suo punto di vista. Ma se sbaglia, sbaglia: e amare non vuol dire né giustificare, né recriminare, né subire, né rinunciare. Vuol dire scegliere di creare un substrato interiore in cui non attecchiscano né odio né rancore, né bisogno di rivalsa né di approvazione: questa è la scelta.

Vincere nella vita

Quando scegli di amare, scegli di avere un atteggiamento positivo verso la vita, di sostenere positivamente i tuoi motivi, le tue decisioni, le tue azioni. Amare vuol dire anche non arretrare, vuol dire costruire, vuol dire espandere. Se fondi la tua vita sulla scelta di creare uno stato interiore stabile positivo e forte, in cui metti rispetto, valori etici e morali, comprensione e dialogo, determinazione e progresso, allora scegli di amare. Perché non esiste amore che non dia i suoi frutti. Prima di tutto, dentro di te. Se il comportamento di un’altra persona ti spinge a rinunciare ai valori che scegli, lei vince, tu perdi. Ma non perdi la battaglia, perdi il tuo valore più grande, te stesso.

Perché “vincere” non vuol dire essere superiore inteso in senso gerarchico, vuol dire essere superiore inteso in senso di crescita, più ampio, più grande, un passo avanti, nella tua vita. Scegliere di amare, per Marina, è ascoltare, e comprendere, senza pre-giudizi. Per Itaco, essere, e agire, senza pre-condizionamenti. Itaco vorrebbe provare più amore, per la sua ragazza, perché sa che dipende anche, dal suo non tanto amore, il clima che vivono nella coppia. Ma non vorrebbe che questo amore si trasformasse in debolezza. Questa è una visione molto diffusa, quanto comune, soprattutto all’interno di un certo modo di pensare ciò che un uomo, inteso come genere, non come umanità, dovrebbe essere. Ma l’amore, è debolezza?

Amare: una scelta esistenziale

Amore come concordia di sentimenti richiede grande forza morale; amore, come desiderio di rivelare e far apprezzare le proprie capacità e doti, impegnando la propria volontà nello sforzo di accrescerle e potenziarle, richiede grande determinazione. Amore, come volontà costruttiva, ha bisogno di chiarezza, saggezza, intelligenza. Perciò no, non è una debolezza.

Scegliere di amare vuol dire scegliere un modo di essere ed esercitare la tua evoluzione umana, capace di rispettare gli altri quanto te stesso, capace di sostenere te stesso quanto gli altri, senza mai rinunciare a ciò che è giusto, quando è facile, e quando è difficile. Una volta, un discepolo entrò in una stanza, in cui si trovava il suo Maestro, per chiedergli consiglio. Il Maestro si rivolse al discepolo e gli disse che, prima di fargli qualunque domanda, avrebbe dovuto provare a sollevare una gamba del tavolo che era nella stanza. Ma il discepolo non ci riuscì, e disse al Maestro che il tavolo era troppo pesante. Il Maestro gli rispose che il problema non era il tavolo, ma che lui non era abbastanza forte per sollevarlo. E che era pronto per fargli la domanda. Così è per l’amore: non è l’amore, che ti rende forte, o debole. Sei tu, che rendi forte l’amore, tanto quanto accresci la tua forza e la tua visione interiore. Scegliere di amare è scegliere di credere nella forza del tuo essere e del tuo spirito, come strumento primario per ogni trasformazione della tua vita.

Coltivare il vero significato dell’esistenza

Ti leggo un aforisma: “Chi si dedica a una nobile causa incentrata sul rispetto per la vita, generalmente apprezza profondamente il valore della propria e dell’altrui esistenza. Chi manca di uno scopo importante che gli permetta di elevarsi, tenderà a essere facilmente fuorviato dall’ego, dai desideri e dalla paura, e finirà persino per perdere la vita per cose insignificanti”. Questa, anche, è la scelta di amare. Scegliere di dare il più grande e profondo significato alla tua vita.

Se vuoi essere straordinariamente forte, e straordinariamente grande, e vero, e giusto, per te, con te, per gli altri, e con gli altri, puoi farlo. E posso aiutarti, nella costruzione di questa strada bellissima. Nel mio blog, annarosapacini.com, pagina contatti, trovi tutti i miei recapiti. Scrivimi, dimmi cosa cerchi, soprattutto, cosa vuoi creare, e insieme, tracceremo la strada verso gli orizzonti che sceglierai per la tua vita.

Questo podcast, centinaia di ore di lavoro che metto a disposizione, gratuitamente, di ogni persona che scelga la via dell’evoluzione personale come strumento per il miglioramento della propria vita, può essere un buon compagno. Ogni settimana pubblico nel mio blog le trascrizioni dei testi, se ami leggere, ed anche le puntate audio, e puoi iscriverti liberamente, da Spotify, Apple podcast, Spreaker, ovunque c’è podcast, trovi Comunicare per essere®. E nel mio blog, dal motore di ricerca interno, puoi trovare tanti approfondimenti, sui temi che più ti interessano. Non dimenticare di iscriverti anche al mio canale video, su YouTube, e grazie per i commenti che lasciate, sempre molto interessanti, e fonte di grandi ispirazioni. Mi trovi su tutti i principali social, a partire da Facebook.

Aforismi sulla scelta di amare. James Joyce: “Domani sarò ciò che oggi ho scelto di essere”. Chuck Palahniuk: “Possiamo passare la vita a farci dire dal mondo cosa siamo. Sani di mente o pazzi. Eroi o vittime. A lasciare che la storia ci spieghi se siamo buoni o cattivi. A lasciare che sia il passato a decidere il nostro futuro. Oppure possiamo scegliere da noi, e forse inventare qualcosa di meglio è proprio il nostro compito”. Jean-Paul Sartre: “Ciò che non è assolutamente possibile è non scegliere”. L’ultimo, di Tryon Edwards: “Tra due mali, non sceglierne nessuno; tra due beni, sceglili entrambi”. 

Il brano che ti dedico è: “Evermore”. Scegliere di amare è qualcosa che ti rende più ricco, di quelle ricchezze che più le doni agli altri, e più diventano grandi. Grazie di essere con me, in questo viaggio, ti aspetto alla prossima puntata. Ciao ciao

“Scegliere di amare vuol dire scegliere un modo di essere ed esercitare la tua evoluzione umana, capace di rispettare gli altri quanto te stesso, capace di sostenere te stesso quanto gli altri, senza mai rinunciare a ciò che è giusto”
-Annarosa Pacini

Crescita e realizzazione personale, comunicazione, motivazione, ispirazione, evoluzione, coaching on line – frasi, pensieri, aforismi e citazioni tratti dal lavoro della dr.ssa Annarosa Pacini (© tutti i diritti riservati: è consentito l’uso con la citazione della fonte e link al sito)

Torna in alto