Scegli chi vuoi essere

Scegli chi vuoi essere puoi interpretarlo in molti modi. Ma se interpretiamo l’essere come la più autentica e genuina manifestazione di te, allora il miglior essere non può prescindere dalla valorizzazione e dell’espressione armonica e piena della tua essenza. Dall’auto-determinazione e dalla capacità di ispirare te stesso. E, se vuoi essere davvero chi scegli di essere, non sono sufficienti manifestazioni di buone intenzioni che restano ferme a livello di intenzioni. Occorrono attive e concrete azioni. Veri cambiamenti di rotta, che giorno dopo giorno, ti rendono evidente chi sei e gli effetti che stai producendo sulla tua vita. Scegli chi vuoi essere vuol dire anche che puoi cambiare la direzione, del tuo modo di essere, della tua vita, e portarla dove vuoi andare, liberarti dai pesi del passato, dalle catene dei modelli e dei giudizi che non ti appartengono. C’è un punto di partenza comune a tutti, ed una strada comune a tutti, validi anche per te. Di questi ti parlo in questa puntata del podcast, e di come “comune a tutti” voglia dire anche unica e diversa, e che sei tu ad avere il potere di trasformazione della tua vita nelle tue mani, in senso simbolico ma anche concreto.
(Scorrendo la pagina puoi leggere la trascrizione dell’audio della puntata)

Essere te stesso, creare chi vuoi essere: la strada della vera evoluzione personale

Esiste un punto di arrivo sulla strada dell’evoluzione personale? Sì, e no. Possiamo considerare un punto di arrivo l’obiettivo dell’attivazione e l’espressione della tua saggezza interiore, della piena manifestazione del tuo essere, ma non è un punto di arrivo statico e definitivo. È più un orientamento, un orizzonte che si espande tanto quanto tu evolvi e cresci. Perciò no, non esiste un punto di arrivo.

I blocchi, gli stalli, le regressioni, arrivano quando ti sposti dalla strada dell’evoluzione personale, deviando su altri percorsi, che vanno dall’adeguamento a modelli familiari e culturali che non ti corrispondono al cedere alle paure, alla pigrizia o all’adattamento, al perdere visioni e speranze rinunciando così, ad una parte di te.

In un messaggio che mi ha inviato Alberto, giorni fa, c’è già una traccia di come il percorso sia sempre attivo. Alberto mi ha scritto: “Quando arrivo alla fine dell’ascolto di un tuo podcast, penso sempre. ma io questa signora la devo contattare e subito dopo mi dico, ma io l’ho già contattata! Questo per dirti che ogni tuo podcast da indicazioni, spunti e ispirazioni verso tutte le direzioni importanti della vita”.

Alberto, e con lui Corrado, Antonio e Luana, Maddalena e Cristina, sono persone che hanno scelto di lavorare con me. Corrado mi dice spesso che a volte i podcast gli sembrano fatti proprio per lui, perché rispondono a temi interiori che avverte come fondanti. Cristina li usa per mantenere uno stato di base in cui motivazione, azione e speranza sono in equilibrio. Maddalena è costantemente work in progress, e proprio la sua scelta di auto-determinarsi e di ispirare se stessa, che costantemente alleniamo e mette in pratica ogni giorno, le permette di raggiungere nuovi livelli, di pensiero, di consapevolezza, di espressione di sé.

Scegli chi vuoi essere: è così che cambi la tua vita

Quali sono il punto di partenza e la strada validi per tutti, nel percorso che ti porta a scegliere chi vuoi essere, e ad esserlo, nella tua vita? Il punto di partenza è la scelta, di essere te stesso. Non ci può essere nessun “scegli chi vuoi essere” davvero generativo e produttivo, se non rispetti la tua natura. La strada, è quella dell’auto-determinazione e della capacità di essere di ispirazione a te stesso. Auto-determinarti, nel senso di decidere, scegliere, orientarti. E diventare ispirazione per te stesso è sempre possibile, tanto più quanto metti in pratica la tua evoluzione. Saranno i tuoi stessi risultati, ad ispirarti. Su questa strada, è fondamentale non arrenderti, non rinunciare a ciò che hai scelto.

E qua, viene quello che non è comune a tutti, ma unico, individuale. Nello scegliere la persona che vuoi essere è fondamentale che tu sappia chi sei e riconosca la tua natura originaria, sappia sostenerti, aiutarti a crescere. Qui c’è la vera lotta, tra ciò che sei diventato e ciò che scegli di essere, tra come i modelli ti hanno condizionato e quello che riconosci essere per te espressione imprescindibile di libertà. La strada, per ognuno di noi, è unica e diversa, perché ognuno di noi è unico e diverso.

Quanto contano le tue scelte

Ti faccio un esempio, nome di fantasia, storia vera: Gaetano desidera essere una persona che crea relazioni di valore e armonia, intorno a sé. Ma nella sua famiglia l’armonia non è mai esistita, le persone, quando parlano, tendono ad aggredirsi, a criticarsi, ognuno ha da tirare fuori la propria sofferenza, la rilancia sull’altro, creando un clima costante di frustrazione, che poi produce effetti sugli stati d’animo, sulle relazioni ma anche sul sentire individuale. Eppure, un modello familiare in cui ha vissuto sostiene che il più forte deve vincere. Che vince chi sa prevalere. Ma questo, è vero anche per Gaetano? È giusto anche per Gaetano? A prescindere dalla valutazione che potremmo dare, su quanto relazioni fondate sul contrasto non possano essere davvero portatrici di bellezza e gioia, nella vita. No, è un modello familiare che non appartiene a Gaetano.

Scegli chi vuoi essere vuol dire proprio questo: al netto della vita, delle cose che hai assimilato ma non sono tue, scegli chi vuoi essere vuol dire decidi, comprendi, e agisci, per essere la persona migliore per te. Gaetano ha saputo creare un ambiente completamente diverso, nella famiglia che oggi è la sua, sul posto di lavoro, nelle sue relazioni, un ambiente che gli corrisponde. In cui lui sta bene, ed anche gli altri, stanno bene. Perché per lui creare armonia, comprendere, sostenere è una scelta di vita che risponde alla sua natura di uomo sensibile e capace di affermarsi senza bisogno di prevaricare.

La sua famiglia non glielo ha insegnato, anzi, lo hanno molto osteggiato, eppure, lui ha scelto. Questa è la capacità di ispirare te stesso: perché se ti piaci, se ti rendi felice, allora puoi ispirarti, le tue azioni producono la trasformazione, la trasformazione crea l’evoluzione.

È con la pratica che la teoria diventa filosofia di vita (e dell’esistenza)

Passare dalla teoria alla pratica è uno dei focus del mio lavoro. Non sono sufficienti le buone intenzioni che restano ferme a livello di buone intenzioni. A volte ho lavorato con persone che sono arrivate ad un livello della propria consapevolezza che avrebbe permesso loro di scegliere, ed essere, ma in quel tempo della loro vita ancora non erano pronte, non era il tempo, e si sono fermate, non hanno scelto di essere chi volevano essere, ma di essere chi pensavano di poter essere, con meno fatica. Anche questa è una scelta: tu scegli chi vuoi essere.

“Meno fatica” però è un’illusione: non esiste meno fatica nel rinunciare ad essere pienamente te stesso. Fatica per fatica, scegliere di essere la persona migliore che puoi essere, e progredire, sempre, questa è una fatica bella, per i risultati che saprai creare. Dove il passato non è un peso, ma qualcosa da cui imparare per migliorare; i modelli e i giudizi non sono obblighi, ma momenti di vita che ti hanno portato alla consapevolezza di oggi, che non è quello che vuoi essere. Così, quelle persone, hanno poi trovato il loro tempo, ed iniziato a percorrere pienamente la loro strada. Sono per me sempre esperienze di grande evoluzione, poterli sostenere nella scelta di essere se stessi.

Scegliere chi vuoi essere: una scelta da non rimandare

Grazie ad Alberto, il cui messaggio ha centrato un punto essenziale, dello “scegli chi vuoi essere”, ovvero, che c’è sempre un passo in più che possiamo fare, perché al centro di ogni progresso della tua vita ci sei tu, ed è nel momento in cui scegli di essere te stesso, proprio in quel momento, che avvii la tua vera evoluzione umana, e per questo c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare e da aggiungere.

Perché l’essere umano che sei, è l’essere umano che crei. Poiché questo è vero in bene e in male, se non ti piaci, se non sei soddisfatto di quello che fai, della tua realtà, se vorresti essere di più, sentirti più te stesso, superare gli schemi che ti hanno fatto sentire limitato, hai già avviato un percorso nuovo, quello che ti porta da uno stato di cose in cui non sei felice ad uno stato di cose in cui scegli chi vuoi essere, creando il cambiamento necessario perché la tua vita si trasformi.

Se vuoi farlo con me, conoscere il mio metodo, scegliere chi vuoi essere e concretizzarlo nella tua vita, annarosapacini.com, pagina contatti, trovi i miei recapiti, puoi inviarmi un messaggio, scrivi, parliamone, chiedi quello che ti interessa sapere, ti risponderò.

Su misura per una piena evoluzione della bellezza dell’umanità è anche questo podcast, Comunicare per essere®, un progetto di comunicazione vastissimo, con centinaia di puntate e contenuti sempre originali, cui puoi iscriverti dal mio blog, nella pagina dedicata, e da tutte le app per musica e podcast.

Nel mio canale video, su YouTube, e sui vari social, a partire da Facebook, trovi tanto altro. Attiva le notifiche, e segui sempre il mio blog, dove puoi leggere ed ascoltare articoli e approfondimenti mirati. Forme e strumenti originali di scrittura e comunicazione, per una piena e consapevole evoluzione del pensiero, che è la base di ogni scelta che rispetti e sia in armonia con il nostro essere.

E se vuoi iniziare rafforzando la tua motivazione interiore, potrebbe interessarti il tuo Profilo Grafologico Essenziale, scoprire i punti di forza strategici in questo momento della tua vita. Puoi richiederlo anche adesso, trovi tutte le indicazioni nel blog.

Per salutarti, aforismi sulla scelta vitale di essere se stessi. Ralph Waldo Emerson: “Quel che abbiamo alle spalle e quel che abbiamo davanti sono piccole cose se paragonate a ciò che abbiamo dentro”. Albert Camus: “Essere diversi non è una cosa né buona né cattiva. Significa semplicemente che sei abbastanza coraggioso da essere te stesso”. Elizabeth Cady Stanton: “La natura non si ripete mai, e le possibilità di un’anima umana non si troveranno mai in un’altra”. L’ultimo, di Cartesio: “Conquista te stesso, non il mondo”.

Il brano che ti dedico è: “Show me the way”. Per poterla percorrere, la strada devi prima vederla. Permettiti di vederla, perché c’è. Il mio augurio è proprio questo: che tu possa sempre vedere la tua strada. Grazie per essere con me in questo viaggio, ti aspetto alla prossima puntata. Ciao ciao 

“L’essere umano che sei, è l’essere umano che crei”
-Annarosa Pacini

Crescita e realizzazione personale, comunicazione, motivazione, ispirazione, evoluzione, coaching on line – frasi, pensieri, aforismi e citazioni tratti dal lavoro della dr.ssa Annarosa Pacini , per un approccio originale alla scrittura personale della vita (© tutti i diritti riservati: è consentito l’uso con la citazione della fonte e link al sito)

Torna in alto