Persone preziose: perché lo sei anche tu

Le persone sono preziose, ogni essere umano lo è. Un universo unico. Complesso, pieno di misteri e di bellezza. A volte, non la vediamo, questa bellezza, negli altri. A volte, c’è chi non la vede neanche in se stesso. Il mistero, resta un mistero, se non ti impegni per comprenderne i significati più profondi e portarli alla luce. Le persone preziose sono una realtà della vita. Ce ne saranno molte anche nella tua, ma per comprendere la preziosità, devi saperla vedere, ascoltarla, riconoscerla. Capire che una persona è preziosa è una scelta, prima che una constatazione.

Perché la vita potrebbe averti portato a chiudere questa porta, e magari per te, potrebbe essere difficile pensare che è preziosa anche la persona che cordialmente detesti. E che lo sia anche quella che detesti, e basta. Che sia preziosa la persona che non la pensa come te, e quella che ti ha fatto soffrire. E poi, avere sempre, questa profonda consapevolezza di quanto le persone siano care. Non è facile trasferire concetti profondi, che hanno a che fare con le visioni interiori, con la percezione che si fonda su certezze che arrivano dal tuo essere interiore, prima che da qualunque altra conferma. Eppure, chi sa guardare e ascoltare, con mente ed animo aperti e sempre nuovi, vedere con chiarezza e lucidità, agire perché queste visioni possano divenire realtà, le riconosce, le incontra, le trova. Il trasferimento di concetti profondi è una delle mie passioni.

Nel mio lavoro di persone preziose, di testimonianze, di fatti, di parole, di realtà in essere e da costruire, ne incontro tantissime. A volte, sono loro che vengono incontro a me. Perciò parto da un messaggio, che mostra quell’universo pieno di misteri e bellezza, di straordinaria luce e umanità, che ho ricevuto, perché possa aiutarti a percepire la tua preziosità. Come le cose negative ci colpiscono, e le realtà oscure possono riempire di ombre la vita, così le cose positive ci rendono più forti, e le realtà luminose si espandono, nel cuore e nel mondo. Più ne incontriamo, più ne condividiamo, più ne creiamo.
(Scorrendo la pagina puoi leggere la trascrizione dell’audio della puntata)

Come creare valore, e non farti influenzare dal pensiero negativo dilagante

Le cronache italiane degli ultimi giorni ci hanno parlato di un tal generale che ha scritto un libro, che è diventato oggetto di contesa politica. Non entro nel merito. Scrivere un libro, per me – sarà che ho una visione appassionata dello scrivere, sarà che ritengo che le parole siano fonte di vita e di saggezza – significa scrivere trasferendo, con il solo stile di scrittura, emozioni e visioni. Andare oltre l’ordinarietà, creare cose speciali e preziose. Non l’ho letto, se non i passi virgolettati riportati su vari quotidiani, ma, basandomi su quello che ho letto, mi pare più corretto definirlo un testo scritto da una persona che voleva dire la sua, senza grandi velleità di scrittore. Non entro nel merito neanche dei contenuti, perché affronto i temi di attualità negli articoli che pubblico, nel mio blog, dedicati alla comunicazione ed al giornalismo valoriale. Possiamo dire però, senza timore di smentita, che ha creato un’onda non positiva. Parole, non positive, pensieri non positivi, contrasti e conflitti. Ed è solo “un” esempio di ciò in cui siamo immersi ogni giorno.

Per questo ritengo che tutto quello che va in direzione opposta, che crei ponti e legami, condivisioni e comprensione, desiderio di confronto costruttivo, che abbia valori morali fondanti basati sul rispetto dell’umanità, sia non solo da sostenere, ma anche da proteggere. Difendere i diritti di una minoranza lede i diritti di una maggioranza? O meglio sarebbe superare le divisioni e proteggere e sostenere i diritti di tutti? Il tema dell’equità sociale è un tema che va ben oltre i punti di vista e gli schieramenti. Però il focus di questa puntata è un altro, sono le persone preziose. È il ricordarti che lo sei anche tu.

È solo trasformando in meglio te stesso che trasformi in meglio la realtà

Ricevo spesso messaggi molto belli. Tanti. Da persone che non conosco, e da persone che conosco. Testimonianze di fiducia, e di speranza. Ieri ne ho ricevuto uno dall’Italia, e un altro dal Messico. Dedico tanto del tempo della mia vita ad aiutare gli altri, e non solo perché è il mio lavoro. Anzi, posso dire che è diventato il mio lavoro perché credo profondamente in questa dimensione della vita. Nell’interconnessione, nella possibilità di poter fare molto, gli uni per gli altri.

Crederci è il primo passo per provarci. Provarci, l’unico modo per riuscirci. Riuscirci, la sola strada per essere il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo. Perché ciò che siamo è il tesoro più prezioso che abbiamo.  Ogni persona è preziosa, anche tu. E le care persone che incontro, nel mio lavoro, nella mia vita, ognuna di loro è una potente occasione di trasformazione. Perché è con la tua trasformazione che trasformi la tua realtà. Tutto è interconnesso: se sei nervoso, crei nervosismo. Se non hai pazienza, non trovi pazienza. Se non sai ascoltare, non riesci più a sentire. Se non cerchi le parole giuste per essere te stesso, corri il rischio di allontanarti dal tuo centro.

Le parole buone e le persone preziose

Oggi condivido le parole di Esperanza, per due motivi: il primo, perché vorrei ringraziare Esperanza ed Alberto, e con loro tutti, le care persone che sono i miei clienti e allievi, le care persone che sono gli affezionati ascoltatori di questo podcast, chi mi invia messaggi, regalando speranza e cercando speranza, chi mi legge, chi segue il mio blog e le mie pagine social, chi incontro per caso o per scelta, vi porto sempre tutti con me. Perché l’interconnessione va ben oltre la dimensione più immediata dell’esistenza, è qualcosa che esiste dentro di noi. Io ho il senso delle persone come beni preziosi. Perciò, grazie perché ci siete.

Il secondo motivo, è che trovo le parole di Esperanza bellissime, ed ho deciso di regalarvele. Bellissime, con quel significato originario di bellezza che non dovremmo mai scordare: quel latino “bellus”, bello, che è diminutivo di una forma antica di “bonus”, “buono”. In questo senso, la bellezza delle parole è la bellezza del bene, del positivo, di ciò che costruisce.  Le parole fanno bene. Le parole buone, fanno bene.

Esperanza mi ha inviato un messaggio su WhatsApp, che ti trascrivo letteralmente: “Ciao Annarosa buon pomeriggio per te! Solo volevo ringraziarti per i tuoi Podcast, per tutto quello che condividi con tutti, sai io ti ho trovato per caso, se questo esiste, perché volevo praticare italiano, mi chiamo Esperanza, vivo in Messico in Monterrey e da poco tempo ascolto i tuoi Podcast. Mi piacciono molto ho imparato non solo l’italiano…ho imparato a vedere le cose con nuovi occhi… ti invio un abbraccio a te e la tua squadra! Ti faccio complimenti!”. 

Come le parole gentili creano realtà luminose

Grazie. Un messaggio gentile, di quella gentilezza vera, che nasce spontanea, di cui possiamo fare dono agli altri. Come ho risposto ad Esperanza, tante volte ho ricevuto messaggi da chi ha iniziato a seguirmi, da tanti Paesi diversi anche per imparare l’italiano, da quello che mi scrivono, per il tono della mia voce, e la mia pronuncia, e poi, come Esperanza, sempre più si riconoscono nella filosofia del mio podcast, dove parole e pensieri coltivano azioni e visioni ispirate da valori positivi e costruttivi, che possono portare bellezza nella vita e nel mondo, nostro e degli altri. Così io sono la mia squadra, tu sei la tua squadra, e da lì parte la squadra che vuoi creare.

Ed Esperanza mi ha scritto ancora, un messaggio che ci ricorda quanto ogni persona sia preziosa – e anche questa volta lo leggo proprio come lo ha scritto Esperanza: “Credo che molte persone ti ascoltano, in Italia e all’estero ne sono super sicura, e magari non tutti possono scriverti ma ti ringraziano come me in silenzio, ma sai credo per te il migliore modo è che ognuno possa prendere azioni, condividere la tua filosofia, e portare bellezza nella vita e nel mondo proprio come dici tu! Niente è per caso certo! Tutto aggiunge se vogliamo la propria luce nel nostro percorso. Te envío un abrazo grande!! Gracias!! Devi scrivere un libro in spagnolo!! Mi raccomando. Grazie per la tua luce!”. Le parole di Esperanza sono luce, fiducia nella preziosità delle persone, comprensione del valore che ognuno di noi ha, di quanto ognuno possa fare, per agire e creare bellezza, e bene, nella propria vita. Essere tu stesso, per primo, la tua luce, e così illuminare la vita degli altri. E sì, cara Esperanza, lo penso anche io, sarà l’ora di scrivere anche di più, che la parola scritta è un’altra strada per creare ponti.

Prenderti cura di te stesso: stare bene, per vivere meglio

Così Esperanza mi ha ispirato questa puntata, perché è necessario ricordare le cose importanti, mai darle per scontate. Tu sei una persona preziosa, prenderti cura di te stesso è la cosa migliore che puoi fare. Volerti bene, così come sei. Saperlo fare con chiarezza e profondità, vuol dire anche capire cosa vogliamo migliorare, e trasformare, dove andare, come e perché. E, contemporaneamente, creare e vivere una vita fatta di bene, e di bellezza, e valore, e guadagno, inteso non in senso egoistico, ma come generatività, come creazione e costruzione, anche pratica, lavoro, relazioni, vita.

Pensare, di più, percepire, sentire, credere, che anche le persone che non hanno portato o non portano nella tua vita felicità siano preziose, questa è una scelta: significa capire che il valore dell’essere umano – capire come comprendere profondamente, scegliere la visione che vuoi essere e portare nella tua vita –, capire che il valore umano esiste sempre. Poi, il modo in cui una persona lo usa, come lo usa, se sa di averlo, se per costruire o per distruggere, questa, è un’altra parte della strada. Ma tu decidi che ogni essere umano è prezioso, e questo appartiene alla tua luce, alla tua visione. Poi, l’altro, è lui che decide se coltivare il suo essere prezioso, se essere una cara persona, o una persona pessima.

Ciò in cui credi ti trasforma: non dimenticare mai il tuo valore

Essere consapevole del tuo valore, scegliere la strada del bene ti rende forte e saldo, e quando scegli una strada, pur nel riconoscimento e nel rispetto del valore dell’umanità, questa strada devi percorrerla e insieme proteggerla e difenderla. Il vero coraggioso è chi si alza in piedi e parla, non chi si nasconde e tace.  Ciò in cui credi, ti trasforma. Orienta la tua visione e il tuo pensiero. Crederci è il primo passo, per provarci. Provarci, cioè agire in base ai valori che hai scelto, è l’unico modo per riuscirci. Riuscirci, cioè perseverare sino a che non raggiungi quell’espressione del tuo essere che senti dentro di te, creando una vita bella, è la sola strada che abbiamo per essere il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo. Perché ciò che siamo è il tesoro più prezioso che abbiamo. Ogni persona è preziosa, anche tu. Volevo solo ricordartelo.

Se poi segui questo podcast anche perché ti piace questa visione, e vuoi realizzarla nella tua vita, conoscere il mio metodo, sapere cosa possiamo fare, insieme, per te, scrivimi, rispondo sempre a tutti. Nel mio blog, annarosapacini.com, pagina contatti, trovi tutti i miei recapiti, ma sono ovunque li cerchi, anche sui social.

Rispondo sempre a tutti non è un modo di dire, è un fatto concreto: perciò se mi scrivi e non ti arriva una mia risposta, allora, scrivimi ancora, perché a volte qualche risposta non giunge a destinazione. Le vie del web non sempre funzionano bene. Ma sappi che sempre, io la invio.

Puoi iscriverti liberamente a questo podcast, se ancora non lo hai fatto, sia dalla pagina dedicata del mio blog che su qualunque app per musica e podcast. Centinaia di puntate a disposizione di tutti. Perché mi piace fare quello in cui credo, e questo podcast ne è una testimonianza concreta. Video e podcast ti aspettano nel mio canale YouTube, iscriviti ed attiva le notifiche, così da restare aggiornato e questo vale per tutti i social su cui mi trovi, ricordati di attivare le notifiche per non perderti nulla. Ma il centro del mio lavoro resta il mio blog, e la newsletter, novità, approfondimenti, li trovi sempre lì. Puoi iscriverti alla newsletter dal form che trovi in fondo ad ogni pagina del blog.

E, nel blog, c’è anche una pagina dedicata al Profilo Grafologico Essenziale, un testo che scrivo per te, dopo aver studiato la tua scrittura, che focalizza i tuoi punti di forza. E nel blog trovi anche la trascrizione dei podcast, per chi preferisce leggere. Perché a me piace molto anche scrivere. Se ti piacciono le massime, di ispirazione e motivazione, pratica e di visione, in questo podcast ne troverai sempre di nuove. Le mie, che sono una vera e propria filosofia e visione della vita, e quelle che ci regalano gli aforismi.

Quattro aforismi dedicati alla bellezza dell’essere umano. Sant’Agostino: “Il guardare una cosa è ben diverso dal vederla. Non si vede una cosa finché non se ne vede la bellezza”. Seneca: “Ogni cosa ha la sua bellezza, ma non tutti la vedono”. Tiziano Terzani: “Solo se riusciremo a vedere l’universo come un tutt’uno in cui ogni parte riflette la totalità e in cui la grande bellezza sta nella sua diversità, cominceremo a capire chi siamo e dove stiamo”. E l’ultimo, di Frances Hodgson Burnett: “Una persona sembra più bella quando sorride”. Io direi che è più bella, non sembra. Sempre, ciò che è buono porta bellezza.

Il brano che ho scelto è: “Epic Inspiring”. Io credo che in ognuno di noi sia racchiuso un eroe, prezioso e bellissimo. Dobbiamo solo crederci, e poi, portarlo alla luce. Grazie di essere con me in questo viaggio. Ti aspetto alla prossima puntata. Ciao ciao

“Tu sei una persona preziosa, prenderti cura di te stesso è la cosa migliore che puoi fare”
-Annarosa Pacini

Crescita e realizzazione personale, comunicazione, motivazione, ispirazione, evoluzione, coaching on line – frasi, pensieri, aforismi e citazioni tratti dal lavoro della dr.ssa Annarosa Pacini (© tutti i diritti riservati: è consentito l’uso con la citazione della fonte e link al sito)

Torna in alto