Come sfruttare un momento difficile per stare meglio

Puoi iniziare in ogni momento un tuo percorso di evoluzione personale? Puoi. Devi aspettare che la situazione intorno a te migliori? No. Possono farlo tutti? Sì. Tutti allo stesso modo? No. Puoi iniziare quando vuoi? Sì. Ci sono delle regole da rispettare? Sì. Sono importanti? Non importanti, di più. Necessarie, fondamentali, propedeutiche. Puoi sfruttare ogni momento della tua vita per stare meglio. Nessun altro può decidere quando è il momento, solo tu. Perciò, a maggior ragione, il momento giusto per iniziare può essere un momento difficile. Difficile secondo i tuoi parametri, per la tua sensibilità, per il tuo modo di vedere la vita. Anche il migliore dei tuoi amici o la persona che più ti ama al mondo, può mettersi nei tuoi panni, ma non è te. Tant’è che il modo migliore di sostenere qualcun altro non è quello di mettersi nei suoi panni, ma quello di comprendere la persona in modo completo e totale, amarla, riconoscerla e sostenerla per ciò che è. La stessa cosa che devi fare tu. Approfitta di un momento difficile, trasformalo nel tuo trampolino di lancio. In questa puntata ti spiego alcuni passaggi fondamentali per poter attivare il tuo percorso di evoluzione personale. Sono passaggi validi per tutti.
(Scorrendo la pagina puoi leggere la trascrizione dell’audio della puntata)

Come uscire fuori da una situazione che non è giusta per te

Sul solo titolo di questa puntata potrei scrivere un trattato. O meglio, centinaia di trattati. Sfruttare un momento difficile è possibile, se decidi di farlo. Alcuni passi sono uguali per tutti, ma le strategie che portano a cambiamenti interiori strutturali e permanenti sono sempre esclusivamente personali. Il trattato sarebbe un elenco di casi, di esempi, in cui sicuramente potresti trovare qualcosa proprio molto vicino a quello che tu vivi e stai attraversando, per questo servirebbero centinaia di trattati, o meglio, uno per ognuno.

Perché sfruttare un momento difficile per stare meglio? Perché è il modo migliore per uscire da quella situazione. Aspettare che passi da sola sicuramente non velocizzerebbe le cose, imparare a conviverci vorrebbe dire rinunciare al tuo diritto alla felicità piena e consapevole, aspettare che qualcuno ti dia una mano vorrebbe dire delegare ad altri la responsabilità della tua vita e del tuo destino. Puoi sfruttare ogni momento, per stare meglio. Per “stare meglio” vuol dire migliorare la tua situazione, trasformarla, direzionare la tua vita. Quindi, puoi anche sfruttare un momento positivo per renderlo ancora più positivo, un momento eccezionale per aumentare ancora di più la tua forza interiore, come anche uno dei momenti più duri della tua vita come occasione per rivedere le tue priorità, rileggere la tua storia, e scrivere un futuro nuovo, in cui potrai essere più soddisfatto e realizzato.

Perché superare un momento difficile è possibile

Per questo, come ti dicevo nell’introduzione, puoi iniziare il tuo percorso di evoluzione personale in ogni momento, non è assolutamente necessario aspettare che si crei una situazione ideale, o migliore, o accettabile. Perché il luogo in cui questo deve crearsi è dentro di te, e non dipende (o meglio, non dovrebbe dipendere) da ciò che accade fuori. Possono farlo tutti, puoi iniziare quando vuoi. Ma non tutti allo stesso modo, però ci sono dei passaggi che per tutti possono essere utili e importanti. Regole propedeutiche.

In questa puntata ti parlo dei passaggi validi per tutti, ovvero, delle regole propedeutiche. Per quello che riguarda i suggerimenti personali, avrei molte storie da raccontarti, in cui sono certa troveresti le ispirazioni giuste per te. In una sola puntata di podcast così tanto non posso raccontarti, ma qualcosa per te la troverai. Se poi vorrai conoscere la tua strada su misura, ed usare la Grafologia evolutiva® e l’analisi grafologica della tua scrittura come base per la tua evoluzione, sai come contattarmi, ma questo è un percorso personale, e il personale, resta sempre privato.  Puoi sfruttare ogni momento della tua vita per stare meglio. Nessun altro può decidere quando è il momento, solo tu. Perciò, a maggior ragione, il momento giusto per iniziare può essere un momento difficile.

Ognuno ha il suo “difficile”: e puoi sempre trasformarlo

Difficile secondo i tuoi parametri, per la tua sensibilità, per il tuo modo di vedere la vita. Cos’è “difficile”? Dal vocabolario Treccani, ti propongo il significato che ha nella mia teoria, e pratica, applicata all’evoluzione personale: “Non facile, che richiede quindi sforzo, fatica, attenzione, abilità; di problema, questione e simili, che richiede studio e applicazione, imbrogliato, complicato”. “Difficile” non è impossibile.

Poi, non so quale sia stata la tua vita, ma nella mia, senza fatica, attenzione, abilità, studio e applicazione, di cose di qualità, che mi piacessero davvero, non ne ho mai avute. Invece, una volta determinato l’intento e l’obiettivo, che fosse facile o difficile, non ha mai fatto per me molta differenza. Una cosa è difficile se per te è difficile, vuol dire che servono applicazione, impegno, studio, attenzione, abilità, e puoi farcela.

Non prendertela se qualcuno non comprende appieno cosa per te è difficile, cosa ti fa soffrire, cosa non è semplice da fare, perché ti senti bloccato. Guarda sempre al cuore, all’intento, non soffermarti sugli aspetti esterni. E impara a comunicare per essere®, meglio ti comunichi al mondo, più sei te stesso, più il mondo ti comprende. Questo è il vero sostegno: amare e comprendere l’altro, per ciò che è, inclusi i suoi momenti di difficoltà, e mostrare la fiducia che hai nella sua possibilità di migliorare. Per il resto, lui solo può davvero far progredire la sua vita, come tu la tua.

Cinque piccole regole per uscire fuori dai momenti difficili

Ti dicevo, passaggi fondamentali. Pochi, semplici. Il primo, pensa a fondo, rifletti, sii lungimirante. Non farti trascinare dall’emozione del momento o dalla situazione. Decidi cosa vuoi risolvere, perché, quali sono gli obiettivi a breve, medio e lungo termine. Scrivi. Scrivere aiuta molto la consapevolezza profonda, porta alla luce ciò di cui hai davvero bisogno per sostenere te stesso.

Il secondo, non fermarti. Inizia. Non dimenticare l’obiettivo finale, non preoccuparti di quanto sia difficile. Inizia, agisci, fai qualcosa di buono, percepiscilo. Sii soddisfatto di te, e vai avanti.

Terzo. Impegno vuol dire impegno. Devi decidere ed agire, ma anche migliorare. Se la strategia che hai utilizzato sino a quel momento non ha funzionato è evidente che vada cambiata. Se per migliorare la tua posizione lavorativa devi imparare qualcosa di nuovo, e non lo fai, non dipende certo dal fatto che l’obiettivo sia difficile. Se vuoi vivere un rapporto di coppia più gratificante, e questo richiede comunicarti in modo più sincero, aperto e costruttivo, e non lo fai, basta che tu non vada a cercare scuse.

Questa, è la quarta regola. Niente scuse. Anche quando decidi, e parti, e agisci, capita, che non tutto vada come vorresti. Non te la prendere con nessuno, neanche con te stesso. È un dato di fatto, trova la causa, risolvi il problema, migliora. Ma niente scuse. Responsabilità, consapevolezza, saggezza. Queste sono belle parole, e, soprattutto, utili.

Quinta regola, ma potrebbe essere anche la prima, non guardare al tuo passato, non covare sentimenti negativi, liberati da ciò che ti appesantisce l’animo. Il passato è storia, può insegnarti molto, ma non ti definisce. Il tuo futuro è definito e determinato dal tuo presente e dalle tue azioni. Impara a guardare in questo modo la tua vita, ed anche le persone che incontri. Potresti cambiare in modo straordinario anche la loro, di vita.

A volte non pare semplice sino a che non scopri cos’è

A questo punto, potresti chiedermi: “ma, Annarosa” (io preferisco semplicemente Annarosa, anche se c’è chi mi scrive “cara dr.ssa Annarosa”, chiamami come preferisci, non è la forma a modificare la sostanza), “Annarosa, ma i suggerimenti per me?”. La mia Grafologia evolutiva® mi ha insegnato alcune cose, che ho poi verificato essere valide per tutti, per ognuno in modo estremamente personale. E quindi, questi suggerimenti sono per te.

Conosci te stesso non è un modo di dire, e conoscere davvero te stesso non è semplice. Vuol dire capire anche i meccanismi che muovono, in profondità, il tuo essere ed il tuo sentire. Questo te ne rende padrone. Il suggerimento è non farti trascinare, non sei ciò che la vita ti ha portato a diventare, sei molto di più, sei ciò che vuoi essere. Rispetta la tua natura, la tua essenza, questo è l’altro suggerimento.

Parlavo ieri con una mia carissima allieva-cliente che vive una bella esperienza di coppia, ma è innegabile che la sua natura originaria, per certi versi, sia agli antipodi, rispetto a quella del suo compagno di vita. Lei, la chiamerò Minerva, lui, Apollo. Lei, precisa e organizzata. Lui, istintivo e disordinato. Lei attenta e piena di attenzioni, lui, un po’ distratto e sempre pronto a correre dietro a nuove idee. Si amano, eppure, il loro diverso modo di essere ha portato, a volte, infelicità nelle loro vite. Ecco, è tutto qui, è semplice: il rispetto dell’altro, il riconoscimento della sua natura originaria, amarla, sostenerla.

Diventa chiaro a te stesso: semplice è il coraggio di sceglierti

Lavoriamo insieme da un po’, con Minerva. Oggi, lei è sempre precisa e organizzata, ma ha portato alla luce la parte creativa di se stessa che aveva chiuso nel cassetto. Vive la vita con più serenità e leggerezza. E Apollo è diventato più attento, e si è permesso di rendere visibile, più visibile quella parte di sensibilità nascosta che gli apparteneva ma non mostrava, per timore di essere ferito, e questo, gli impediva di essere amato come davvero desiderava. Questo è il consiglio personale, da mettere in pratica, conosci te stesso, immergiti profondamente nella tua natura originaria, liberala dai pesi. Come il restauro di un dipinto sopra cui qualcuno ha dipinto qualcos’altro, e poi il tempo ha depositato della polvere, e magari, altro tempo, ha cambiato i colori. Devi portare alla luce il dipinto originale. Sfrutta il momento, difficile, facile, ogni momento, decidi di stare meglio, traccia la rotta del tuo futuro e poi attrezzati per seguirla.

A me piace molto aiutare le persone in questa loro impresa, è una grande sfida, ogni volta, conoscere un essere umano ed aiutarlo ad essere se stesso, nel modo migliore e più grande. Se vuoi sapere cosa possiamo fare, insieme, con la mia Grafologia evolutiva®, con l’analisi grafologica della tua scrittura, con il counselcoaching on line, contattami, chiedi quello che vuoi sapere, sono a tua disposizione. Sul mio sito, annarosapacini.com, pagina contatti, trovi tutti i miei recapiti.

Intanto, se sei un po’ curioso, puoi richiedere subito, direttamente dal sito, il tuo Profilo grafologico essenziale. I tuoi punti di forza, un punto di partenza per riflettere sulla direzione che vorrai dare alla tua vita.

Restiamo in contatto, fammi sapere cosa ne pensi, raccontami della tua vita, lascia un commento, un cuoricino, un like, quello che preferisci. Iscriviti al podcast, se già non lo hai fatto, dal mio sito, annarosapacini.com, pagina podcast, o dall’app che preferisci, ed anche alla newsletter, ed al mio canale YouTube, dove troverai nuovi video, che sono in elaborazione. Sull’elaborazione e sui tempi di realizzazione ti racconterò qualcosa, in una delle prossime puntate.

Consueto appuntamento con gli aforismi a tema e con la musica. Tre aforismi sul miglioramento personale. Brian Tracy: “Dedica te stesso al continuo miglioramento personale – tu sei la tua risorsa più preziosa”. Lord Alfred Tennyson: “Non sarà mai tardi per cercare un nuovo mondo migliore, se nell’impegno poniamo coraggio e speranza”. L’ultimo, di Ralph Marston: “Quello che fai oggi può migliorare tutti i tuoi domani”.

Il brano musicale s’intitola: “I’m inspired”. Per me è piuttosto vero, credo di vivere ispirata, da un’ideale di vita, di bellezza, dalle cose in cui credo, dalle persone che amo, dalle persone che incontro, da quello che mi insegnano, da quello che imparo. Ho anch’io un aforisma per te, è semplice: datti da fare. Meriti tutto il meglio che desideri. Non aspettare che arrivi. Conquistalo. Grazie per essere stato con me. Ti aspetto alla prossima puntata.

“Datti da fare. Meriti tutto il meglio che desideri. Non aspettare che arrivi. Conquistalo”
-Annarosa Pacini

Crescita e realizzazione personale, comunicazione, motivazione, ispirazione, evoluzione, coaching on line – frasi, pensieri, aforismi e citazioni tratti dal lavoro della dr.ssa Annarosa Pacini (© tutti i diritti riservati: è consentito l’uso con la citazione della fonte e link al sito)

Torna in alto