Come puoi far crescere la fiducia in te stesso (e a cosa ti serve)

Come puoi far crescere la fiducia in te stesso (e a cosa ti serve). Annarosa Pacini podast per la crescita personale
La fiducia in te stesso cresce con te. Comunicare per essere® podcast, Annarosa Pacini

Come cresce la fiducia personale, nelle tue risorse e nelle tue capacità e possibilità di risolvere le cose, di realizzare progetti, di migliorare situazioni (di ogni genere, lavorativo, affettivo, familiare)? Cresce proporzionalmente alla capacità che hai di conoscere (e riconoscere) le tue caratteristiche fondanti, come funzionano, come puoi utilizzarle e, ancor prima, quali sono e se le usi nel modo giusto. Sono cose che spesso pensiamo di sapere, ma non è così. Ti racconto una storia che ti aiuterà a capire lo stretto rapporto tra fiducia in te e trasformazione (di te stesso e della tua vita).
Podcast (salute mentale, auto miglioramento, relazioni interpersonali), corso di comunicazione, grafologia, comunicazione interpersonale, analisi grafologica, crescita personale, psicologia, counselcoach.

Ciao, sono Annarosa Pacini e questo è il mio podcast, “Comunicare per essere®”, dedicato all’evoluzione personale, un’evoluzione concreta, attiva che puoi mettere in pratica ogni giorno nella tua vita, perché essere è comunicare, e comunicare per essere significa scegliere di essere te stesso pienamente ed autenticamente, e impegnarti ogni giorno per realizzarlo. Per abbonarti al podcast scegli l’app che preferisci, tra quelle dedicate all’ascolto di podcast e musica, a partire da Spreaker, e abbonati, se già non lo hai fatto, così potrai ascoltare e riascoltare ogni puntata dove vuoi, quando vuoi e quanto vuoi. E per restare sempre aggiornato segui il mio sito, annarosapacini.com, perché tutte le novità passano sempre di lì (e ricordati di iscriverti alla newsletter).
Pubblico le puntate nuove due volte a settimana ed anche delle puntate extra, un motivo in più per abbonarti e non perdere neanche una puntata. Per seguire anche quello che dico, oltre a quello che scrivo, attiva le notifiche della mia pagina Instagram, instagram.com/annarosapacini/ (mi trovi anche su Facebook, Linkedin, Twitter, Pinterest).

Come puoi far crescere la fiducia in te stesso (e a cosa ti serve)

La Grafologia evolutiva® studia la scrittura, la tua scrittura, a mano, in corsivo. La scrittura rivela la personalità, il modo in cui interagisci con il mondo e con te stesso, ma anche, o direi, soprattutto, nella prospettiva della mia grafologia, tutte le risorse di cui disponi, come le usi, se le usi bene per te stesso e per i tuoi obiettivi oppure no. Da qui inizia un viaggio esperienziale, di pratica quotidiana, in cui ognuno decide dove vuole arrivare, impara come e perché, quanto, e trova tutte le risposte di cui ha bisogno per essere ben centrato e non perdere di vista l’obiettivo ed il quadro generale. La fiducia in te stesso è essenziale. Come sempre, in comunicare per essere, si parla di una misura giusta, una fiducia ben commisurata, ferma e certa. La fiducia può risentire degli insuccessi e delle difficoltà, ma quando è ben fondata, non indietreggia e non crolla. Serve per tutto ciò che riguarda la tua vita. Non puoi migliorare il rapporto con il tuo partner, aiutare tua figlia, rendere il clima lavorativo più positivo per tutti, impegnarti per trasformare la tua vita, magari partendo dal tuo lavoro, senza avere la consapevolezza che disponi di tutto ciò che ti serve. Non in senso generale, in senso particolare. Ovvero, puoi comunque decidere di impegnarti, ma perché non dovresti farlo nel modo migliore per te?

L’analisi grafologia porta alla luce la tua personalità più vera

Ogni persona ha le sue risorse, le sue proprie caratteristiche, che devono essere ben comprese, valorizzate, rafforzate, per poter essere utilizzate per la tua evoluzione. Una cosa è sapere che hai delle competenze, conoscere le tue attitudini, le cose che ti piacciono e quelle che ti danno fastidio, un’altra capire chi davvero sei e decidere cosa usare e come usarlo per i tuoi scopi. Più una persona conosce se stessa, più le è chiara la strada, più aumentano le sue possibilità. Ti racconto la storia di Alpha (nomi di fantasia, storie vera). Ti parlo di una donna. Quando ho conosciuto Alpha, aveva circa 36 anni. Il matrimonio era in crisi, lui, che chiamerò Unno, avrebbe voluto che lei tornasse com’era quando si erano incontrati. Ma quando si erano incontrati lei aveva 18 anni. Ne erano passati altrettanti, e lei non era più la stessa persona. Eppure, non le riusciva facile capire se davvero era lui a sbagliare, o era lei, cosa era giusto, cosa era sbagliato. Nelle relazioni profonde accade, di non riuscire più a vedere le cose con chiarezza. Le percepisci, ma tra ciò che provi e ciò che ti senti di fare, a volte c’è un abisso. Alpha era anche un’eccellente professionista, che da aveva iniziato come venditrice dipendente ed era diventata un’imprenditrice, decideva lei cosa vendere, a chi. All’inizio del suo percorso con me, le sembrava difficile poter recuperare la sua fiducia in se stessa, dopo tanti anni in cui si era lasciata andare, senza combattere ed accettando ciò che sapeva non essere giusto per lei. Man mano che recuperava una visione piena e vera di se stessa, Alpha riusciva a gestire la relazione con il marito sempre meglio. Così bene da poter parlare con lui chiaramente, da trovare la forza di chiedergli di mettersi in gioco, da permettere ad Unno di capire che non aveva voglia di mettersi in gioco. Lui era rimasto fermo, anzi, era tornato indietro, non viaggiavano più fianco a fianco. Delle tante caratteristiche di cui Alpha disponeva, alcune le usava da sempre, altre le sembravano lontane, eppure, erano quelle di cui aveva più bisogno: la capacità di non farsi influenzare dagli altri, la determinazione nel seguire i suoi sogni, il desiderio di trovare un partner capace di amarla con lo stesso amore che lei sapeva dare.

Superare da vincente le sfide della vita, a questo serve la fiducia

Da Unno è passata a Frodo, più gentile, più carino, ma poco disposto ad impegnarsi davvero. Lei voleva un uomo da amare, e una famiglia. Ma con Unno le cose erano andate male, anche sul quel fronte, aveva avuto esperienze negative e non sapeva se avrebbe voluto, e potuto, avere figli. Nel tempo, ha capito esattamente che uomo stava cercando, e che non era disposta a rinunciare alla sua felicità per qualcun altro, e anche che non temeva le sfide professionali, anzi, che voleva avere ancora più successo, perché l’indipendenza ha bisogno di fatti, non solo di parole. E, nella vita, i soldi aiutano, a conquistare l’indipendenza. Non posso raccontarti tutto quello che Alpha ha fatto, posso dirti che oggi ha un marito e un figlio bellissimo, è amata quanto lei li ama, si è riavvicinata anche alla sua famiglia, ed ha avviato un nuovo progetto lavorativo, in un settore diverso dal suo, e mentre viveva la relazione con quello che è oggi l’uomo della sua vita, decideva di impegnarsi per avere un bambino, ha trovato anche il tempo di studiare per inventarsi una professione nuova. La ammiro molto, perché è una di quelle persone che, una volta avviato il percorso evolutivo, con fiducia, in se stessa ed in ciò che faceva, non è più tornata indietro, e con la fiducia è cresciuto il coraggio, con il coraggio la consapevolezza, con la consapevolezza l’equilibrio. Sapere cosa vuoi ti permette di capire qual è la strada che devi percorrere. E capire quali sono le tue risorse, in che modo ciò che sei ti può aiutare a costruire la tua vita, è l’unica strada per costruire qualcosa davvero su misura per te, in cui stare bene, con le persone che ami o anche da solo. I tempi e i modi di essere realizzati sono sempre scelte personali. Alpha aveva la percezione del suo valore e della sua forza, ma il suo primo matrimonio l’aveva indotta a dubitarne, così tanto da accettare anche ciò che sapeva non essere giusto per lei. Ed alcune delle sue risorse erano finite nel dimenticatoio, mentre erano quelle che le servivano per essere felice in quel momento della sua vita. Per questo è necessario avere un quadro chiaro e completo, di chi sei, in potenza e in partenza, delle attitudini, dei punti di forza e di quelli da migliorare. Solo così puoi davvero essere te stesso, è così che la fiducia si rafforza e che puoi non solo superare cose che pensavi di non poter affrontare, ma addirittura superarle con serenità, quella che arriva dalla consapevolezza che stai facendo del tuo meglio, nel modo giusto. Ci sono molti aforismi che dicono che sbagliare è come vincere, e che sbagliare molte volte è segno che sei sulla strada giusta. Io non condivido questa visione, penso invece che si sbaglia se non si vedono le cose con chiarezza, e che più chiaramente vedi più il tuo percorso andrà là dove vuoi che arrivi.
Sbagliando s’impara, sì, ma anche migliorando s’impara, e vincendo, e avendo successi. Inizia avendo fiducia che disponi di ciò che ti serve, e che puoi sempre fare meglio, oggi meglio di ieri, domani meglio di oggi. E se vuoi capire quali sono le tue risorse, se vuoi conoscere il mio metodo e gli strumenti che metto a tua disposizione, per supportarti nel tuo percorso di evoluzione personale, scrivimi o telefonami, come preferisci. Sul mio sito, annarosapacini.com, pagina contatti, trovi tutti i miei recapiti. Analisi grafologica profonda, Counseling on line, corsi, comunicazione e grafologia insieme per permetterti di realizzare te stesso nella vita e raggiungere ogni obiettivo che vorrai fissare. Se vuoi iniziare richiedendo il tuo Profilo grafologico essenziale, trovi tutte le istruzioni direttamente sul sito. Una sintesi di ciò che sei, del tuo vero Io e delle tue risorse più vere.
Per salutarti, tre aforismi sulla fiducia in se stessi, e un brano musicale.
“La fiducia è la sola cura conosciuta per la paura” (Lena Kellogg Sadler)
“Credere in se stessi è uno dei mattoni più importanti nella costruzione di ogni impresa di successo” (Lydia Maria Child)
“Solo chi ha fede in se stesso può essere fedele agli altri” (Erich Fromm)

Il brano che ho scelto per te s’intitola: “Only love’. Mi è sembrato adatto al tema, perché solo dove c’è amore, c’è fiducia.
Grazie per essere stato con me, alla prossima puntata.