Come realizzare il miglior te stesso

Il tuo miglior te stesso, consapevolmente scelto, è straordinariamente diverso dal meglio che riesci a fare prendendo ciò che viene. Puoi superare i tuoi limiti solo se li conosci. Migliorare te stesso non in senso ideale, ma in senso reale e concreto. Qualunque sia la tua dotazione di base, qualunque siano le tue caratteristiche, sei sempre tu a decidere cosa farne. Puoi superare i tuoi limiti solo se, in cuor tuo, sai che puoi andare oltre. I “limiti” non esistono, sono solo modelli che si trovano nella tua vita, e nella tua mente, ma non ti appartengono. Cerca te stesso e realizza il meglio che vuoi e che puoi. Puoi iniziare subito, se vuoi. Ma solo se sei disposto a dirti la verità e a credere nel tuo potenziale di trasformazione. Ecco come, e perché.
(Scorrendo la pagina puoi leggere la trascrizione dell’audio della puntata)

Perché realizzare il miglior te stesso

Inizio subito dal perché. La risposta è molto semplice: qualunque cosa tu oggi sia, faccia, viva, sogni, speri, qualunque siano i tuoi sentimenti e la tua visione, ottimista, pessimista, fatalista o proattiva, decidere di realizzare il miglior te stesso significa decidere di migliorare la tua vita, il tuo presente e il tuo futuro. Dimmi tu perché non dovresti farlo. Esistono degli apparenti motivi, quanti ne vuoi, in verità: perché hai paura del cambiamento, perché temi di non potercela fare, perché nessuno ti supporta, perché tu stesso non ti supporteresti molto, etc. etc. etc. ma non sono motivi oggettivi. Sono motivazioni interiori che tu cerchi per evitare di avviare (o proseguire) il percorso più giusto per te. L’unico motivo, vero, per non realizzare il miglior te stesso, è che non vuoi farlo, perciò non lo fai. Tutti gli altri, sono conseguenze.

Questa, naturalmente, in estrema sintesi. In realtà, e in pratica, ogni persona, proprio in base alla sua natura originaria, alla vita vissuta, al modo in cui l’ha interiorizzata, agli effetti che questo ha provocato sul suo modo di essere, vivere e vedere la vita, ha dei motivi che percepisce come blocchi reali (o, se non blocchi, almeno freni). Dato che la grafologia evolutiva® è uno dei fondamenti del mio metodo, che ho creato appositamente, per fornire uno strumento pratico per l’evoluzione personale, un mezzo per cui una persona possa vedere se stessa nella sua completezza e totalità (incluse tutte le risorse, tutte le possibilità di miglioramento, tutte le motivazioni passate e future) l’esempio partirà dal profilo grafologico.

La via per la tua realizzazione parte sempre da dentro di te

Storie vere, nomi di fantasia. Amita e Jasper. Entrambi con un obiettivo: realizzare se stessi, creare il loro miglior se stesso possibile, il che includeva, per entrambi, trovare il lavoro dei loro sogni. Non era proprio trovare. Amita già lo faceva, ma non al livello al quale avrebbe desiderato farlo. Jasper, invece, desiderava fare una cosa completamente diversa da quella che aveva fatto sino a quel momento della sua vita. Amita era chef in un ristorante a cinque stelle, ma avrebbe voluto avviare una sua attività. Era il suo sogno da tutta la vita. Grafia piccola, rapida e fluida, tutte le lettere collegate tra loro, grande chiarezza, segni di estrema semplificazione senza trascurare l’estetica. La sua paura era di non fare bella figura, di essere, come proprietaria e chef, meno capace di quanto fosse stata come chef.

Non c’erano presupposti oggettivi, era una chef molto amata e di buona fama, aveva anche già un locale dove avrebbe potuto insediarsi, senza grosse spese, ma da anni – non mesi –, tentennava. Perché il timore del giudizio e di non essere all’altezza era per lei più forte del desiderio di sentirsi realizzata e pienamente soddisfatta.

Perciò abbiamo lavorato per capire le origini e le motivazioni, di questo suo sentire. Le ha trovate, le ha comprese, le ha sviscerate, ed ha consapevolmente scelto di essere la miglior se stessa, superando i suoi limiti. Il lavoro nuovo è una conseguenza della scelta. Essere la miglior Amita non era determinato dal diventare proprietaria e chef, ma dallo scegliere di realizzare il suo sogno, credere in se stessa, impegnarsi per trasformarlo in realtà, da cui la conseguenza di avviare la sua attività. E altre conseguenze, come riuscire a gestire meglio i rapporti con la madre, che erano sempre stati conflittuali, perché proprio dall’ansia materna derivavano i suoi timori, come pure evitare sovraccarichi di stress non ben gestito che, da sempre, le provocavano mal di testa, il che non facilitava il lavoro. Parti da te stesso, e i risultati positivi si propagheranno, come un’onda.

Il valore della scelta per il miglioramento personale

Il percorso di Jasper è stato più complesso. Grafia di medie dimensioni, abbastanza oscura, con una discreta presenza di angoli, molto intuitivo, reattivo, decisionista, poco propenso a fermarsi a riflettere. Per lui si trattava di una rivoluzione: abbandonare l’impresa edile di famiglia, studiare – a 34 anni – e diventare fisioterapista e/o massaggiatore e/o coach in palestra. Perché, parallelamente alla sua vita di imprenditore edile, aveva da sempre una carriera di grande sportivo amatoriale. Anche tanto mal di schiena, la sua specializzazione erano i mosaici, e le ginocchia e la schiena servivano molto, per l’applicazione delle tessere. La rivoluzione era grande, e tutta la famiglia era contraria.

Guadagnava molto bene, anche lui era, in un certo qual modo, contrario a se stesso: da imprenditore che guadagnava senza problemi a fisioterapista e/o altro, con quale futuro di fronte? Però, non era felice, non era felice nella sua attività professionale, non era felice nella vita di coppia, alla fine, non era felice da nessuna parte. Sono passati molti anni, oggi ha una palestra e fa anche il fisioterapista, e collabora con uno studio, ed è un uomo realizzato. Il miglior Jasper è molto più simpatico di prima, e sereno, si arrabbia meno, ascolta di più. Questo è il valore della scelta, e della ricerca, e della determinazione. Il come, te lo raccontano le storie di Amita e Jasper: decidi, scegli, agisci.

Cercare ciò che vuoi: essere il miglior te stesso è il risultato della tua visione interiore

Perché prendere ciò che viene, o cercare ciò che vuoi, non è la stessa cosa. Non ti dico che sia facile, ma ti dico che è sicuramente possibile. Non ti dico che non serva impegno, ma ti dico che ne vale sempre la pena. Lottare per te stesso, per la tua felicità, per la tua realizzazione. Per questo, i limiti sono confini più o meno rassicuranti, che a volte tu stesso ti poni, altre volte te li presenta la vita, altre ancora, proprio chi ti ama, finisce per spingerti a rinunciare ad essere te stesso, senza saperlo. Ma come sono creati, possono essere fatti scomparire.

Cerca te stesso, vuol dire ascoltati, con sincerità. Poi, preparati, un vero e proprio piano di lavoro, che contempli tutto: sogni e fatica, tempo e denaro, impegno e step da seguire. La realizzazione del miglior te stesso è pratica, ma parte da dentro di te. Tu decidi, e agisci, e mentre agisci, ti rafforzi. E mentre ti rafforzi, ti comprendi meglio, e mentre ti comprendi meglio, le idee diventano più chiare, la strada si apre, e via così. Ma solo sei sei disposto a dirti la verità, cioè a riconoscere non solo le tue possibilità ma anche quello che devi migliorare, e a credere nel tuo potenziale di trasformazione, che è poi la possibilità di realizzare pienamente te stesso.

Coltiva il tuo potenziale, è così che puoi trasformare

Io utilizzo molto la scrittura evolutiva®, per allenare il pensiero profondo, che porta la consapevolezza ad emergere con grande profondità. Creo esercizi su misura per gli obiettivi di vita del cliente, e passo passo, ogni persona trova le sue risposte. In piccolo, puoi iniziare anche da solo. Oggi poniti la domanda: “cosa significa per me essere il miglior me stesso?”. A partire da domani, per sette giorni di fila, ogni giorno, scrivi una risposta. Può essere la stessa, o diversa. Lasciati andare al flusso dei pensieri, delle emozioni. Scrivi.

Il tuo potenziale di trasformazione troverà il modo per affacciarsi, e tra sette giorni avrai già le idee un po’ più chiare.

Se poi vorrai andare oltre, posso aiutarti a tracciare la rotta, ed usare tutte le tue migliori risorse per percorrerla con soddisfazione. Per conoscere il mio metodo e gli strumenti, non devi fare altro che contattarmi. Su annarosapacini.com, pagina contatti, trovi tutti i miei recapiti, inclusi i social network, scegli quello che preferisci. Rispondo sempre.

E se sei un po’ curioso e vuoi iniziare subito, scoprendo, intanto, alcuni dei tuoi punti di forza, su cui lavorare, puoi richiedere subito dal sito il tuo Profilo grafologico essenziale, un focus su alcune delle caratteristiche dominanti che emergono dall’analisi grafologica della tua scrittura.

Per non perderti il podcast, le novità, che ci saranno, gli aggiornamenti, i video: iscriviti al podcast di Comunicare per essere® da annarosapacini.com pagina podcast sull’app che preferisci, seguimi su Facebook, Instagram e gli altri social, sul mio canale video YouTube e non dimenticarti di iscriverti alla newsletter dal mio sito.

Prima di salutarti, gli aforismi per l’ispirazione, e la musica, che è un’altra forma di ispirazione, così che tu possa essere ispirato da quella che senti più affine. Tris di aforismi sul diventare te stesso, due dei quali sono tra i miei preferiti: Elizabeth Stanton, “La natura non si ripete mai, e le possibilità di un’anima umana non si troveranno mai in un’altra”. Benjamin Franklin “Non celare i tuoi talenti, sono fatti per essere utilizzati. Che cos’è una meridiana nell’ombra?”. E Goethe: “Non appena avrai fiducia in te stesso, saprai come vivere”.

“Create your life” è il titolo del brano. Tutto per te. Ti auguro di trovare, in ogni giornata, un momento profondo tutto per te. Inizia da lì, credi nei tuoi sogni, e crea la tua vita. Grazie per essere stato con me. Ti aspetto alla prossima puntata. Ciao ciao.

“Tu decidi, e agisci, e mentre agisci, ti rafforzi. E mentre ti rafforzi, ti comprendi meglio, e mentre ti comprendi meglio, le idee diventano più chiare, la strada si apre”
-Annarosa Pacini

Crescita e realizzazione personale, comunicazione, motivazione, ispirazione, evoluzione, coaching on line – frasi, pensieri, aforismi e citazioni tratti dal lavoro della dr.ssa Annarosa Pacini (© tutti i diritti riservati: è consentito l’uso con la citazione della fonte e link al sito)

Torna in alto