Il tradimento e la famiglia: ma quale amore?

C’è una figura particolare, nella triade del tradimento: ed è la persona che tradisce, e continua a tradire, pur mantenendo la sua relazione ufficiale, spesso con tanto di moglie, di figli, di marito, di figli, di parenti e di vita regolare. Come se nulla fosse, o come se fosse giusto. Questa figura crea molti effetti, molti di più di quanto spesso, ne possa essere consapevole, non solo in se stessa, ma in tutti gli altri. E se l’amante di una persona che ha una famiglia sceglie, quella posizione, il partner di chi tradisce, o i figli, invece, non la scelgono proprio. Così può essere utile una riflessione ampia, sul rapporto fra tradimento e visione della famiglia, fra tradimento e visione di sé, ed anche, sulle scelte, le motivazioni e l’effetto che hanno sugli altri. Partendo da un presupposto: la vera felicità è quella che crea bene, e cose buone. Per tutti. Vuol dire che una persona riesce ad essere felice, e, grazie a quello, i suoi comportamenti creano felicità autentica anche nella vita degli altri. Anche la parola autentica, devi tenere d’occhio. E la parola illusioni. E poi, anche evitare ed affrontare. Partiamo dal rapporto tra tradimento e famiglia, per capire qual è la versione di amore che crei e che scegli, anche se nella tua vita non c’è il tradimento.
(Scorrendo la pagina puoi leggere la trascrizione dell’audio della puntata)

L’effetto del tradimento sulla famiglia e la visione dell’amore

Affronto questo tema perché è un tema che mi è molto noto, e che entra spesso nel lavoro che fanno le persone con me, che sono alla ricerca di una visione di se stesse e del proprio diritto alla felicità più libera, e coraggiosa. Persone che hanno un amante, che ha una famiglia, magari moglie e figli, magari, marito e figli, e dice di stare con loro perché li ama e non vuole farli soffrire. Però sta anche con l’amante, perché la ama, o lo ama, non fa differenza. L’amante soffre, eppure dovrebbe invece capirlo: che lui è un bravo marito, e un bravo padre, e si comporta bene. Dovrebbe lodarlo. Questo ragionamento viene fatto anche al femminile.

Se pensi che questo modo di ragionare sia assurdo, in un certo qual modo, hai ragione, però è vero. Esiste. Spesso, le persone che hanno relazioni extraconiugali – o extracoppia – per lungo periodo, tendono a giustificare la loro scelta in nome dell’amore verso la famiglia. Assurdo non in quanto tale, perché ogni scelta merita rispetto, assurdo perché è una posizione che contraddice completamente il comportamento che il traditore ha. Riflessione su una prospettiva vera e ampia, che poi ognuno potrà applicare al proprio caso, ed alla propria esperienza

Tradimento: tra verità e (soprattutto) illusioni

Partiamo dalle basi: chi definiamo una persona felice? In comunicare per essere® è felice la persona consapevole, matura, saggia, coraggiosa, autentica. Come agisce la persona che costruisce questo tipo di felicità? In modo corretto, a livello etico, morale, spirituale, relazionale. Giusto. Il giusto è equo, è corretto, è giusto per tutti. Se ami la tua famiglia, vuol dire che ami la persona che è al tuo fianco. Perciò, non la tradisci. Se ami, in questa visione di famiglia, i tuoi figli, sicuramente cercherai di essere per loro un esempio di buoni atteggiamenti, buone scelte, e testimonierai con la tua vita ciò in cui credi.

Se tradisci la persona che è al tuo fianco, non possiamo ritenere che questa sia una forma di amore “giusto”. Può essere una forma di amore – e qua, dovremmo andare nel particolare, in alcune coppie, c’è ancora dell’amore vero, in altre, è sparito ogni amore – ma certo non è un amore felice, giusto, autentico. Altrimenti non ci sarebbe il tradimento. Sono decine e decine, e decine, le testimonianze di figli, anche ormai adulti, con la loro vita, le loro famiglie, che si sono portati dietro influenze non positive e non felici, che ho incontrato nel mio lavoro, dovute alle relazioni extraconiugali di un genitore, dovute alla relazione tra i loro genitori, che stavano insieme, sì, ma si amavano come? Così creano figli che interiorizzano visioni un po’ distorte dell’amore e dell’amare, che magari si debba sopportare, o che anche chi tradisce ami nel modo migliore. Illusioni. Ma le illusioni nascondono le possibilità di vita bella, camuffano la verità, che però, esiste lo stesso.

Tradire: un problema nell’amare, e nell’amore

Se pensi al tradimento, inutile evitare il problema, perché c’è. Quale sia, da dove viene, come risolverlo, questo, è da scoprire. Se poi decidi ugualmente di tradire, va bene, è una tua scelta. Ognuno è responsabile delle proprie scelte, e se assumi su di te questa verità, allora già la tua prospettiva cambierà. Non potrai dire, in sincerità, che ami tua moglie e i tuoi figli, tuo marito e i tuoi figli, dirai che, per motivi tuoi, di immagine sociale, di senso di colpa, di scarsa sensibilità verso la vera felicità degli altri, ti piace stare con l’amante e anche con la famiglia. Potresti anche elencarmi una serie di motivi oggettivi: problemi di salute, economici, aspettare che i figli crescano, difficoltà a pensare di cambiare la tua vita, le tue abitudini. Immagino che siano vere. Ma qui parliamo di un’altra cosa: della vera felicità.

E se per trovare una felicità devi fuggire dalla vita che tu stesso hai creato, allora non c’è, quella vera felicità. E se non scegli nemmeno la coppia nuova, forse, non c’è nemmeno lì. Perché, in ogni ambito, non solo in amore, ma nella vita, sul lavoro, nei rapporti con gli altri, in famiglia, la coerenza con gli ideali che esprimi è la prima regola: se credi nell’amore, devi amare veramente, e se ami veramente, non puoi non rispettare l’altro. E se lo rispetti, non lo tradirai. E se arrivi al tradimento, c’è un problema nell’amore e nell’amare. Tutto qui.

Il rapporto fra tradimento, famiglia e amore

Non ho formule magiche o risposte preconfezionate, perché poi, alla fine, ogni persona trova le risposte giuste, che portano alle scelte giuste, ed alla costruzione della propria felicità, nella propria vita. Però volevo condividere con te questa prospettiva vera. Il rapporto fra tradimento e visione della famiglia, fra tradimento e visione di sé, gli effetti che le tue scelte hanno su te stesso, gli altri, la vita che crei, l’amore che dai. Magari, potresti avere voglia di essere più felice, e più autentico, e cercare di creare amore vero, ovunque. Perché non sono le scelte, a fare l’amore, tradire e restare con la famiglia ufficiale, ma è l’amore a fare le scelte. Non tradire, ma creare legami felici, con la famiglia di ieri e con quella che avrai domani, se quella sarà la scelta. Scelte giuste, vita giusta, vita migliore.

Se hai voglia di riflettere sulle tue scelte, se vuoi vivere e amare bene, qualunque decisione tu voglia prendere, qualunque futuro nuovo tu voglia costruire, posso aiutarti, partendo da te, perché tu possa vivere una vita autentica, sempre. Annarosapacini.com, pagina contatti, trovi i miei recapiti, scrivimi, ti leggerò, ti risponderò. Dalla grafologia evolutiva® al coaching dialogico, alla comunicazione valoriale, tanti strumenti su misura per te.

E non dimenticare di iscriverti a questo podcast, Comunicare per essere®, puoi seguirlo dal mio blog, dove ogni settimana pubblico le nuove puntate e le trascrizioni dei testi, ed iscriverti liberamente dalla tua app preferita per musica e podcast. Nel mio blog trovi approfondimenti su ogni tema di cui parlo nel podcast, con il motore di ricerca interno potrai leggere molti altri articoli, ed ascoltare molte altre puntate, cercando le parole che ti interessano. Sempre nel mio blog trovi anche approfondimenti e novità, come nella newsletter. Puoi iscriverti dal form che trovi in fondo ad ogni pagina, oppure invia una richiesta direttamente a newsletter@annarosapacini.com  Se ti piace Comunicare per essere®, lascia una recensione, un commento, così, mi aiuterai ad aiutare.

Non dimenticare di iscriverti al mio canale video su YouTube, dove pubblico video e podcast, ogni settimana, e seguimi sul tuo social preferito, a partire da Facebook. E se vuoi iniziare subito, a riflettere sulla tua autenticità, potrebbe esserti utile il tuo Profilo grafologico essenziale, un focus sui tuoi punti di forza strategici. Nel mio blog c’è una pagina dedicata con tutte le istruzioni, puoi richiederlo anche adesso e lo riceverai nella tua casella di posta elettronica. Perché ogni buon cambiamento parte sempre da te.

Quattro aforismi sull’amore giusto. Seneca: “Se vuoi essere amato, ama”. Dalai Lama: “Dona a chi ami ali per volare, radici per tornare, e motivi per restare”. Herman Hesse: “La felicità è amore, nient’altro. Felice è chi sa amare. Amore è ogni moto della nostra anima in cui essa senta se stessa e percepisca la propria vita. Felice è dunque chi è capace di amare molto. Ma amare e desiderare non è la stessa cosa. L’amore è il desiderio divenuto saggezza; l’amore non vuole possedere; vuole soltanto amare”. L’ultimo è un proverbio arabo: “L’amore è come la luna, se non cresce, cala”.

Il brano che voglio dedicarti s’intitola: “Libera”. Così deve essere la vita, libera. Così l’amore, libero, di crescere, e di creare felicità. Per tutti, a partire da te. Non altrove, non in altre persone, ma nella realtà che crei. Spero che tu non rinunci mai, a questa straordinaria possibilità che la vita ti dona. Una vita autentica, e libera. Grazie per essere con me in questo viaggio. Ti aspetto alla prossima puntata. Ciao ciao

“Non sono le scelte, a fare l’amore, tradire e restare con la famiglia ufficiale, ma è l’amore a fare le scelte. Non tradire, ma creare legami felici, con la famiglia di ieri e con quella che avrai domani, se quella sarà la scelta. Scelte giuste, vita giusta, vita migliore”
-Annarosa Pacini

Crescita e realizzazione personale, comunicazione, motivazione, ispirazione, evoluzione, coaching on line – frasi, pensieri, aforismi e citazioni tratti dal lavoro della dr.ssa Annarosa Pacini , per un approccio originale alla scrittura personale della vita (© tutti i diritti riservati: è consentito l’uso con la citazione della fonte e link al sito)

Torna in alto