• Home
  • Blog
  • Il potere della comunicazione (per evolvere)

Il potere della comunicazione (per evolvere)

Il potere della comunicazione (per evolvere). Annarosa Pacini podcast, grafologia evolutiva®, scrittura evolutiva®, pedagogia evolutiva®, coaching on line

Ciao, benvenuto all’ascolto di “Comunicare per essere®”. Per iscriverti al podcast: clicca qui. Seguimi anche su: Instagram - YouTubeFacebook

La comunicazione è la base di ogni relazione umana. Con te stesso, con gli altri, con il mondo. Comunicare è vivere. Comunicare è essere. Comunicare per essere vuol dire scegliere di realizzare compiutamente la tua vita e la tua vocazione. Tu e la tua comunicazione siete un tutt’uno. Non ci sono scuse. Quando dici qualcosa, pensi qualcosa, scrivi qualcosa, quello sei tu. La comunicazione è il frutto della tua storia e delle tue scelte, e traccia della tua essenza. Per questo, il suo potere non ha limiti. Poiché è l’espressione stessa del tuo essere, può consentirti di essere te stesso, scegliere di esserlo, scegliere cosa trasformare, evolvere, cosa aggiungere, cosa togliere. Questo è il vero potere della comunicazione, non come tecnica, ma come manifestazione concreta e realizzativa di ciò che sei. Un potere che è dominio di te stesso, e, insieme, energia in espansione. Che si parli di lavoro, di amore, di famiglia, di salute, di società. O, semplicemente, di te. Tu cresci, quanto scegli di crescere. Coltivare il vero potere della tua comunicazione significa scegliere di avere coraggio. Il coraggio di vivere la vita che è in tuo potere creare. Per farlo, devi imparare a vederla.
(Scorrendo puoi leggere la trascrizione dell’audio)

Cos’è il potere?

Cos’è il potere? In una prospettiva evolutiva, il potere è dominio e controllo. Forza. Calma, Visione chiara. Energia. Il potere vero è interiore. Man mano che alleni e rafforzi il potere interiore, accresci ogni tua possibilità di trasformazione, nella vita. In questa ben precisa visione di potere, la comunicazione viene ad essere centrale. Se ci pensi, lo sai. Torni a casa arrabbiato? Si vede. Si sente. Si percepisce. Lo sai tu. Lo sanno gli altri. Vai al lavoro infastidito? Si vede. Si sente. Si percepisce. Lo sai tu. Lo sanno gli altri. Non sei soddisfatto del tuo rapporto sentimentale? Lo sai tu. Lo sa il partner. Ami tuo figlio, ma anche, a volte no? Lo sai tu, lo sa tuo figlio. Stessa cosa per i figli. Ami tuo padre, tua madre, ma anche no. Sentimenti, emozioni, pensieri, comunicano. In ogni momento. La comunicazione non verbale è comunicazione del corpo e tramite il corpo – esterna – e di ciò che pensi, provi, sei – interiore. Quando parli, le parole non sono solo parole: ogni parola si porta dietro un mondo, il tuo. Così, dici una parola e apri una porta. O la chiudi. O costruisci un muro.

Scopri (e usa) il potere della comunicazione

Il potere della comunicazione è un dato di fatto. E’ tangibile, ne fai esperienza dal primo istante in cui nasci, e per tutta la tua vita. Il fatto di essere un comunicante per tua propria essenza non ti trasforma in un esperto comunicatore. Puoi esserlo. Ma a volte, sono proprio le cose che più si conoscono quelle cui si presta meno attenzione. Così, comunichi dal primo istante in cui sei nato, comunichi sempre, non puoi non comunicare, ma sei tu a governare la tua comunicazione? Sì. La governi come vuoi? Come puoi, che a volte, è anche come vuoi. Il vero potere è interiore. Tu diventi forte e dai forza alla tua vita. Tu, a tuo modo. In armonia con te stesso, rispettando la tua essenza, la tua natura originaria. La grafologia evolutiva®, che è una parte vitale del mio metodo, offre proprio questa prospettiva unica: la visione, chiara, della tua natura originaria, in ogni sua possibilità, potenzialità, caratteristica. Lì c’è il tuo vero potere interiore, e il potere della tua comunicazione. La scrittura (parlo proprio della grafia, a mano, non dello stile letterario) è comunicazione manifesta, una sintesi unica della tua struttura fisica, psicologica, interiore, in atto e in potenza. La prospettiva evolutiva è intrinseca alla vita. Più la esprimi, più cresce. Perciò il potere della comunicazione è il potere che riconosci a te stesso, alla tua essenza, alla tua vita. E se lo governi, nel modo più giusto, se lo direzioni là, dove vuoi andare, puoi davvero migliorare ogni situazione.

Comunicazione e potere, la forza delle parole

Così come tu resti ferito dalle parole o dall’atteggiamento di un’altra persona, lo stesso effetto produci intorno a te. Se l’effetto non ti piace, cambia la causa. Se dove vorresti trovare armonia, trovi conflitto, crea, per primo, in te stesso, l’armonia. Alla fine, ciò che tu comunichi, ciò che una persona comunica, è quello che sei e senti, quello che è, e sente. Comprenderlo è il primo passo per trasformarlo. La comunicazione è il frutto della tua storia e delle tue scelte, e traccia della tua essenza. Quello è il punto di partenza. La comunicazione intrapersonale. Se tutti i giorni pensi che le cose non cambieranno, o che non ce la farai, o che quella tale persona non ti piace, proprio la tua stessa comunicazione, pensieri e parole, da cui deriva altra comunicazione, verbale e non verbale, e atteggiamenti, e comportamenti, produrrà gli effetti che vorresti non avere.
Ti racconto la storia di un uomo. Di un grande potere. Che ha Roberto. E anche tu. Storia vera, nome di fantasia. Roberto è arrivato all’età di vent’anni convinto di valere poco. Era l’idea che aveva desunto dal suo contesto familiare. Il padre avrebbe voluto un tipo di persona, come figlio, che lui non era. E la comunicazione, come sai, è potere, è nella vita, nelle relazioni. Quella verità era ciò che Roberto aveva percepito. Che non era la verità, perché a lui non mancava proprio nulla, per poter essere realizzato e felice, ma era la verità della comunicazione interiore del padre, che di sicuro gli aveva comunicato molto, nella vita. Comunque, Roberto aveva fatto il suo dovere. Si era diplomato, a fatica e con poca voglia, d’altronde, l’idea che gli rimandavano di lui era che non avesse poi chissà quali doti. Non aveva molta fiducia in se stesso. A trent’anni, aveva un lavoro. Faceva l’operaio specializzato in un’azienda di medie dimensioni. Stipendio discreto, lavoro discreto. Roberto pensava che era quello che si meritava, d’altronde, non si era mai impegnato più di tanto. Poi, più o meno tutti parevano, intorno a lui, convinti che di più non potesse fare. Non aveva molta fiducia in se stesso e neanche nel suo futuro, era piuttosto rassegnato. A quarant’anni aveva cambiato azienda, oltre ad essere rassegnato, non vedeva prospettive. Solita vita, gli amici, lo stipendio, forse una pensione decente per vivere. Qualche uscita, il vero amore no, ma c’era una ragazza che sembrava interessata. Il suo miglior amico gli aveva suggerito di provare. Magari, l’amore sarebbe venuto dopo.

Il potere della concordanza, l’assonanza interiore che riconosce la verità

Un giorno, Roberto per caso, ascoltò una vecchia puntata del mio podcast, sul potere delle parole. In qualche modo, come mi disse, gli aveva risuonato qualcosa dentro. Era stato davvero un “caso”, o il suo potere innato si era attivato per aiutarlo a trovare una strada nuova, più giusta per lui? Quella storia, della scrittura, del potere, dello scopri te stesso, gli aveva risuonato dentro. Così, mi contattò, per chiedere un’analisi grafologica full in coaching. “O per bene, o per niente”, è tutt’oggi una delle sue frasi preferite. Fu così che Roberto fece la conoscenza del suo vero essere. Che già conosceva, in realtà, però non ci aveva mai molto creduto. Voleva stare bene nei suoi panni. Essere meno scontento, più sereno. Gli sembrava già un grosso obiettivo. Ma sai che la comunicazione è ciò che sei, e, in una prospettiva evolutiva, se evolvi te stesso, evolvi tutto. Così la sua vita sociale ha iniziato a migliorare, qualche uscita in più, nuove conoscenze più interessanti. Poi, invece di vivere chiuso in quella visione che sempre lo aveva accompagnato, ha iniziato a guardarsi intorno. E scoperto che in un’azienda simile alla sua c’era un posto per una persona che avesse le sue competenze ma volesse anche essere responsabile di una squadra. Intanto, si sentiva più forte e più calmo.
Le parole del padre, “non vali niente”, “non ce la farai”, le sentiva ancora, dentro di sè, ma non producevano più effetto, né dentro di lui né fuori. Era la sua comunicazione intrapersonale, quella più forte. La consapevolezza del suo essere. Da lì arrivano calma, energia, una visione più ampia. Si è impegnato, con un notevole sacrificio di tempo, perché c’era da studiare. Ce l’ha fatta. Ha anche scoperto di essere un ottimo studente, cosa che proprio ignorava. Un ottimo studente perché aveva scelto di esserlo. Quello è il potere.

La comunicazione come strumento per la crescita personale

Tu cresci quanto scegli di crescere. E’ riuscito a mettere da parte l’astio che per tanti anni gli aveva avvelenato la vita, contro quel padre che vedeva responsabile della sua infelicità. Perché, alla fine, chi aveva davvero il potere di cambiare la sua vita? Suo padre, o lui stesso? Roberto, solo lui. Quello che più gli piaceva, e gli dava soddisfazione, non erano tanto i risultati esterni, che, eppure, non mancavano, ma quello che lui pensava, di se stesso, della vita e degli altri. Quello che lui provava, per se stesso, per la vita, per gli altri. Lo trovava, finalmente, pienamente in sintonia con quello che aveva sempre sentito di essere, ma mai scelto davvero di essere. La sua scrittura ha seguito la sua evoluzione, le ampiezze sono aumentate, le angolosità sono diventate meno segno di nervosismo interiore e più di attività costruttiva, anzi, direi attiva costruttività.
Il potere della comunicazione è, semplicemente, il potere che deriva dalle scelte che fai.
Tu scegli cosa trasformare, cosa evolvere, cosa aggiungere o togliere a te stesso ed alla tua vita. E poiché ciò che sei e provi influenza la tua vita, coltivare il tuo benessere, pensieri positivi, parole positive, metterle in pratica, questo può davvero rendere migliore la tua vita. Non è una bella sfida da cogliere? Anche soltanto provarci, ti permetterà di imparare quanta possibilità hai di governare la tua vita e creare il tuo futuro. Che si tratti di migliorare la tua vita professionale, il tuo rapporto di coppia, il rapporto che hai con la tua famiglia, o capire chi vuoi essere, per comunicarlo al cento per cento, in tutta la tua vita.

Comunicazione e scelte, il potere trasformativo del tuo essere nel mondo

Nel momento in cui scegli di provarci, in quel momento, il seme del cambiamento evolutivo già inizia a germogliare. Il resto, è allenamento. Scegli i punti di forza da valorizzare, gli aspetti da potenziare, quelli da amare e proteggere.
E, mettendo da parte ogni giudizio, comincia a vedere la vita che vuoi creare. E ad agire per trasformarla in realtà. Un buon esempio del forte rapporto tra potere della comunicazione e realtà, sono anche gli aforismi. A volte, anche una piccola frase, può creare un grande effetto interiore. Prima del consueto appuntamento di fine puntata, con la saggezza delle parole e l’ispirazione della musica, e viceversa, ti ricordo che se vuoi capire quali sono in questo momento della tua vita, le risorse che puoi mettere in gioco per liberare la tua comunicazione, direttamente dal mio sito puoi richiedere, anche adesso, il tuo Profilo Grafologico Essenziale (annarosapacini.com). E per conoscere il mio metodo, scoprire cosa possiamo fare insieme per te, per la tua vita, per la tua comunicazione e le tue relazioni, vai sul mio blog, pagina contatti, e trovi tutti i miei recapiti. Telefonami, scrivimi. Rispondo sempre, leggo sempre tutto. Come sai, il podcast di Comunicare per essere, è un progetto che ho creato proprio per aiutare le persone a poter focalizzare sempre più, e sempre meglio, le prospettive giuste per la loro evoluzione personale. Per tutti, perciò, anche per te. Se già non ti sei iscritto, puoi farlo dalla pagina dedicata, sul mio sito, scegliendo la tua app preferita. L’iscrizione è completamente gratuita. Per quanto riguarda i social, mi trovi su tutti i principali, ti suggerisco di seguirmi anche su Facebook, dove spesso posto le mie riflessioni. Visita il mio blog, perché regolarmente ci sono novità, ed iscriviti al mio canale YouTube.
Ogni settimana pubblico nuovi video. Intanto, ti leggo parole che spero possano ispirarti, così come hanno ispirato me. Tiziano Terzani, “La storia esiste solo se qualcuno la racconta”. E, aggiungo io, quella personale, della tua vita, la scrivi tu. Richard Bandler, “Il significato di “qualsiasi” comunicazione non sta in ciò che noi pensiamo che significhi, sta nella reazione che provoca”. Henri Louis Bergson: “La comunicazione avviene quando, oltre al messaggio, passa anche un supplemento d’anima”. L’ultimo, di Ezra Pound: “La pace viene dalla comunicazione”. Il brano che ti dedico s’intitola: “Libero”. Sei libero. Sii libero. Lascia un commento, dimmi di te. Anche nelle piccole cose, la comunicazione può essere grande. Ciao, grazie per essere stato con me. Alla prossima puntata.

Per seguire il mio podcast, basta metterlo tra i preferiti - una risorsa gratuita per la tua evoluzione personale, con centinaia di episodi, consigli, strategie, esperienze, per comunicare e vivere alla massima espressione di te -, lo trovi su tutte le app per musica e radio (Spreaker, Spotify, Google Podcast, iTunes, Apple Podcast, PodcastAddict, Castbox e tante altre) e in questa pagina del sito: "Podcast - Comunicare per essere®", dove troverai anche i link diretti alle app, cui puoi abbonarti (via cellulare, tablet o PC/MAC), e potrai seguirlo dove vuoi e quando vuoi

Potrebbero interessarti anche:

Bulli non si nasce (e si può sempre cambiare)
Il vero amore non tradisce mai

Corso intensivo di comunicazione on line. Se ti piacciono le sfide e vuoi trasformare la tua vita, è il corso che fa per te. In esclusiva, ogni partecipante scoprirà la struttura portante della propria Identità Comunicativa, grazie all'analisi della scrittura con la Grafologia evolutiva®. Per informazioni clicca qui o invia la tua e-mail