Evviva le donne che tengono duro (e gli uomini che possono cambiare)

Evviva le donne che tengono duro (e gli uomini che possono cambiare). Comunicazione e grafologia per la crescita personale. Annarosa Pacini podcast
In questa puntata voglio dirti cosa penso delle donne che dedicano la loro vita all’uomo che amano, alle persone che amano, ai figli, alla famiglia, al lavoro. Quelle che tirano avanti anche quando sono stanche, che vedono tutto e saprebbero cosa cambiare ma non si aspettano che lo facciano gli altri. Voglio dirti che le donne che tengono duro lo fanno anche per te, e sono oro. Se ne hai una, nella tua vita, tienila stretta. , “Comunicare per essere®”, podcast dedicato all’evoluzione personale

In questa puntata voglio dirti cosa penso delle donne che dedicano la loro vita all’uomo che amano, alle persone che amano, ai figli, alla famiglia, al lavoro. Quelle che tirano avanti anche quando sono stanche, che vedono tutto e saprebbero cosa cambiare ma non si aspettano che lo facciano gli altri. Voglio dirti che le donne che tengono duro lo fanno anche per te, e sono oro. Se ne hai una, nella tua vita, tienila stretta. E’ molto probabile che tu ne abbia una nella tua vita, e forse neanche lo sai. La tua donna tiene duro anche per te, per quello che tu non fai, per quello che tu non sai, a volte, per quello che tu non sei. Evviva le donne che tengono duro e gli uomini che sanno cambiare. Insieme, sono imbattibili. Se credi in te, se credi in lei, se credi in voi, puoi darle la vita che merita. Basta poco. Intanto, inizia da qui.
Analisi grafologica, life coaching, counseling on line, comunicazione interpersonale, evoluzione personale, motivazione, psicologia, crescita personale.

Comunicare per essere®”, podcast dedicato all’evoluzione personale. Del tuo essere, della tua conoscenza, della tua coscienza, del tuo spirito, della tua vita. Benvenuti all’ascolto ai nuovi amici, e ben ritrovati agli ascoltatori affezionati.
Puoi seguire il mio podcast su tutte le app più diffuse per ascoltare radio e podcast, iTunes, Spotity, Spreaker, CastBox, scegli quella che preferisci, abbonati e potrai ascoltarlo quando vuoi.
Approfondimenti e novità su questo sito, annarosapacini.com, dove puoi richiedere direttamente anche il tuo Profilo grafologico, un’analisi grafologica completa in life coaching, iscriverti ai miei corsi e seguire tutte le mie iniziative. E non dimenticare di seguire la mia pagina Instagram, instagram.com/annarosapacini/. Pubblico le puntate nuove due volte a settimana, ma ho deciso di pubblicare anche puntate extra, perché voglio approfondire temi importanti, che nel tempo si sono evoluti, rispetto alle puntate già fatte, quindi, resta in contatto.

Evviva le donne che tengono duro (e gli uomini che possono cambiare)

Se sei un mio affezionato ascoltatore, avrai già ascoltato almeno una puntata in cui parlo di donne che si fanno in quattro per cercare di supplire alle mancanze dei loro partner. E’ un argomento che mi sta molto a cuore. Ne incontro tante, nel mio lavoro, di queste donne.
Si fanno in quattro per mandare avanti la casa, per gestire le questioni pratiche, per tirare su i figli, per dare sempre qualcosa di più nel loro lavoro, se ce l’hanno. Donne che scelgono delle strategie di mediazione, e vanno avanti facendo del loro meglio, anche se ci sarebbero molte cose, che vorrebbero diverse. Peccato che, spesso, il partner non riesce a comprenderlo, e si adagia in una routine che non è così bella come appare. Ieri una di queste donne mi ha telefonato, era un po’ avvilita. La chiamerò Stella. Aveva ascoltato la puntata “Perché non riesci a fare quello che è il meglio per te (evitare di agire non risolve nulla)”, ci si era riconosciuta, e aveva provato come un senso di colpa, perché anche lei era come la donna di quella storia, pronta a mediare tra il marito e i figli, tra il marito e i suoi parenti, tra il marito e il mondo. E anche lei sapeva che, nel suo caso, il carattere irascibile del figlio, e la sua poca attenzione nei suoi confronti, era dovuto al clima familiare, a quante volte lei aveva lasciato che il marito portasse a casa le sue tensioni e i suoi problemi, e li scaricasse su di lei e suoi figli. Così, grazie a lei, ho deciso di realizzare questa puntata, perché ci tengo molto, ad essere chiara. Come sai, la chiarezza, nella comunicazione, è uno dei pilastri della consapevolezza e della comprensione profonda, a loro volta strutture portanti dell’evoluzione personale. Io ho avuto la fortuna di averne conosciute molte, di queste donne. Sono straordinarie. Sono oro, il loro valore non è misurabile. Trovo ammirevole la loro dedizione e il modo in cui si destreggiano in una vita complicata e non sempre bellissima. Anzi, spesso lontana da quello che avrebbero immaginato, all’inizio della loro storia d’amore.
Ciascuna con le proprie caratteristiche, a suo modo, si impegna e si ingegna per rendere migliore la vita delle persone che ama, non sempre la sua in eguale misura. Ma questo nulla toglie al fatto che meriterebbero di essere più felici, loro e le persone che fanno parte della loro vita.

Chi ama davvero non teme il cambiamento, e sa mettersi in gioco

Perciò, il primo messaggio che voglio darti, è che se nella tua vita c’è una di queste donne straordinarie, non devi darla per scontata, perché tutto quello che fa per te è frutto di amore, di impegno e fatica. Devi averne cura, ed impegnarti per offrirle altrettanta dedizione.
Il secondo, se sei una di queste donne, è che forse è il momento di puntare più in alto. Questo voglio dire, quando racconto certe storie, esperienze vere di vite che ho incontrato nel mio lavoro. Che tutti hanno diritto a vivere la migliore vita possibile, ad essere il più possibile felici, e per questo, vale la pena combattere.
La prima volta in cui ho incontrato una di queste donne, è stato tanti anni fa, avevo da poco iniziato la mia attività. In realtà, si era rivolta a me la figlia, una studentessa universitaria, che soffriva molto del fatto che il padre non le aveva mai mostrato grande apprezzamento, e questa mancanza aveva condizionato molto la sua vita. Ricordo sua madre, seduta davanti a me, mentre lavoravano per attivare nuove strategie di comunicazione, che portassero più felicità nella loro vita. La chiamerò Giulia. Giulia mi disse che suo marito era come se non avesse davvero una famiglia, o meglio, che così lei lo percepiva. Si era sempre sentita sola. Sì, non aveva mai fatto mancare loro niente, buon lavoro, buono stipendio. Ma per quanto chiedeva, figlie accudite, casa accudita, fine settimana tutto per lui, lui, Paolo, non aveva mai dato altrettanto. Paolo viveva la sua vita, faceva il suo lavoro, coltivava i suoi hobbies, si lamentava di quello che non andava, si occupava delle sue cose, e tutto il resto, a Giulia. Viveva la sua vita, senza avere idea di quello che Giulia davvero provava e pensava. Giulia aveva 58 anni. Era ancora giovane, ma, di fatto, aveva rinunciato al marito che sognava, e anche al padre che sognava, un bel po’ di tempo prima. Era disillusa.
Negli anni, ho incontrato tante Giulia. Alcune, meno disilluse, ancora in piena battaglia, pronte a darsi da fare, a sistemare, a riparare, ad intervenire, a sostenere, a sperare, ad amare. Altre, rassegnate ad accontentarsi. E qua arriva il messaggio che voglio dare.

Se vuoi, puoi migliorare la tua vita in ogni momento (questo vale sia per le donne che per gli uomini)

A tutti, non solo alle donne che tengono duro. La tua vita è preziosa, tu sei prezioso. Questo vale ogni sforzo per essere la migliore persona che puoi essere, e per fare il meglio che puoi. Queste donne sono straordinarie.
Ma io conosco anche gli uomini, incontro anche loro, lavoro anche con loro. E posso dirti, che gli uomini cambiano, se viene loro data la possibilità di capire, di vedere oltre ciò che vedono, di attivare la loro consapevolezza profonda. A volte, quando si accorgono che c’era qualcosa che non andava, è troppo tardi. Altre volte, vivono tutta una vita senza sapere che potrebbero fare di più, e meglio. E, in questo, le donne hanno un ruolo cruciale.
Date le tante risorse, le tante straordinarie caratteristiche, l’impegno quotidiano nel riuscire a gestire tutto al meglio, anche a mediare rispetto a quelli che, comunemente, vengono definiti “difetti” (sai che difetti è una parola che non amo, ma le caratteristiche individuali, nella vita, non rimangono mai neutre, diventano pregi o difetti in base all’uso che ne fai), potrebbero di quelle risorse fare un uso diverso.
Serve molta fiducia e speranza. Fiducia in ciò che sei tu e nell’altro. Speranza, nel cambiamento che potrai essere e attivare. E’ questo il messaggio che ti voglio dare. Tutte queste donne portano avanti le loro vite facendo del loro meglio, ma potrebbero avere di più. Perché, quando rinunciano a credere che il compagno che hanno scelto per la loro vita, possa effettivamente evolvere, rinunciano ad avere fiducia in loro stesse, nel loro compagno, e rinunciano anche ad un possibile futuro. E queste rinunce, poi, lasciano il segno. Nelle loro vite, e nelle vite delle persone che amano. Non sto parlando di fatti eclatanti, o fuori dall’ordinario. Ma di ordinarie quotidianità in cui ci si accontenta. E’ questo che non va bene. Non devi accontentarti. Parla, manifesta ciò che sei, con amore, coraggio e fiducia nel cambiamento evolutivo, e permetti al tuo uomo di fare altrettanto. Costruite insieme il vostro futuro, un futuro che potrebbe essere più bello per tutti. Se non lo fai, non devi sentirti in colpa, perché già stai facendo molto. Solo, non dimenticare che questa possibilità è alla tua portata.
Evviva le donne che tengono duro e gli uomini che sanno cambiare. Io ne conosco molti, aspettano solo di poter aprire quei modelli in cui la vita li ha rinchiusi per essere nuovi, insieme alle loro compagne di vita. E questo puoi farlo in ogni momento. Appena una coppia nasce, quando c’è un momento importante, magari critico, ed anche dopo anni di vita insieme.
Perché se c’è una cosa che ho imparato, con il mio lavoro, è che, per amore, le persone sono disposte a comprendere molto più di quanto mai avrebbero pensato, e sanno davvero fare miracoli. Se credi in te, se credi in lei, se credi in voi, puoi darle la vita che merita. E tu, cara ascoltatrice, anche un po’ amica, anche tu, devi credere che puoi avere la vita che meriti.
Vorrei salutare una di queste donne straordinarie, che ho conosciuto questa mattina, ci siamo incontrate ed abbiamo parlato, abbiamo condiviso visioni ed anche un cappuccino, con la speranza di poter, insieme, fare qualcosa per migliorare la vita di altri. Perché si può agire in ogni ambito, in famiglia, sul lavoro, nella società, puoi fare davvero tutto ciò in cui credi.
Se hai fede in te, e se hai fede che il mondo può essere migliore. E’ stato un bel momento, come i tanti, in cui incontro persone bellissime, ognuna delle quali è un prezioso momento di vita. Prima degli aforismi e del brano musicale, qualche suggerimento, un messaggio che ho ricevuto. Il messaggio è di Martina, una persona bellissima: “Seguo il tuo podcast “Comunicare per essere” ormai da alcuni mesi. Mentre ascoltavo oggi la tua ultima puntata sulle passioni (che mi è sembrata proprio perfetta per la mia situazione) mi chiedevo come avessi trovato le tue puntate qualcosa di raro, una comunicazione chiara, semplice, pensieri espressi con un linguaggio “pulito”, cosa oggi sempre più rara. E soprattutto, in ogni puntata traspare la tua passione, la tua coerenza. Ogni volta hai un messaggio positivo, un suggerimento, un punto di vista originale. Il motivo principale per cui ho deciso di scriverti e chiederti il profilo grafologico è perchè sono molto interessata a scoprire la mia natura originaria”. Cara Martina, sapessi quanto impegno richiede, e forza, e volontà, mantenere la coerenza, non piegarsi alle cose facili, e continuare su questa strada, condividere ciò in cui davvero credo. E poi arrivano i vostri messaggi, e poi aiuto qualcuno a rendere più bella la sua vita, e tutto sembra più chiaro, e più facile.
Se vuoi vivere la tua vita al massimo del tuo essere, con pienezza, consapevolezza, saggezza e anche la giusta ironia, qualunque sia il tuo obiettivo, contattami, ti spiegherò in quanti diversi modi, posso aiutarti. Perché la tua evoluzione personale è la base per ogni evoluzione della tua vita. Nella pagina contatti trovi tutti i miei recapiti, telefono, e-mail, profili social.
Approfondimenti e novità li trovi sempre sul mio questo sito, annarosapacini.com, dove trovi anche informazioni sul mio metodo, gli strumenti che metto a tua disposizione, per la tua realizzazione ed i tuoi obiettivi, dal Profilo grafologico al life coaching mirato e personale, per tutto ciò che vuoi risolvere.
Ti aspetto sulla mia pagina Instagram, per conoscere i tuoi commenti e le tue riflessioni, e ricordati che puoi seguire il mio podcast su tutte le app più diffuse per ascoltare radio e podcast, iTunes, Spreaker, Spotify, CastBox, scegli quella che preferisci, abbonati e potrai ascoltarlo quando vuoi.
Se vorrai dedicarmi cinque minuti del tuo tempo, e scrivere una recensione su iTunes, grazie.
Ti saluto con tre aforismi sulle donne, e anche sugli uomini
“Dobbiamo liberare metà della razza umana, le donne, cosicché esse possano aiutare l’altra metà a liberarsi” (Christabel Harriette Pankhurst)
“Le donne mi hanno sempre sorpresa: sono forti, hanno la speranza nel cuore e nell’avvenire” (Monica Vitti)
“L’uomo e la donna sono due scrigni chiusi a chiave, dei quali uno contiene la chiave dell’altro” (Karen Blixen)

Il brano che ti dedico si intitola: “Beautiful moment”, con un augurio semplice: metti bellezza nella tua vita, e regalala a te stesso e al mondo.
Grazie per essere stato con me, alla prossima puntata.