Determina il tuo destino

Cosa vuol dire: “determina il tuo destino?”. Vuol dire due cose: la prima, che è fondamentale che tu orienti e diriga la tua vita nella direzione che desideri, con ciò determinando il percorso che vuoi fare, decidendo profondamente e consapevolmente, e concretamente operando perché si realizzi. La seconda, è che sei tu con il tuo modo di essere, di pensare e di agire, a determinare il tuo destino. Perciò, meglio ti prepari, meglio lo determini. E non c’è preparazione migliore di quella in cui usi te stesso, tutte le tue risorse, in equilibrio ed armonia, con forza, coraggio e rispetto. Determina il tuo destino: scegli di essere chi sei, e guida la tua vita verso la vita che vuoi vivere
(Scorrendo la pagina puoi leggere la trascrizione dell’audio)

Essere felici nella vita, vuol dire stare bene

Quando parlo di questi argomenti, ne parlo in modo pratico, non solo teorico. Non sono soltanto visioni e ispirazioni che desidero condividere con te, ma concrete possibilità di vita. L’unione tra la teoria e la pratica viene dalla mia grafologia evolutiva®. Non è una cosa facile da spiegare, non potendo mostrarti scritture ed esempi visivi, ma voglio provarci, perché è intrinsecamente ed indissolubilmente connessa non solo con le tue possibilità di determinare il tuo destino, ma, soprattutto, con il farlo nel modo giusto, per la tua felicità, che non è mai solo materiale e non è mai solo spirituale. Essere felici nella vita vuol dire stare bene. E stare bene, vuol dire essere in equilibrio, cuore, cervello, corpo, mente, un tutt’uno. La serenità e la forza della mente e la salute e la forza del corpo sono fratelli. Se li separi, stai pur certo che anche l’altro cederà.

Autoefficacia: analisi grafologica e percezione del proprio valore

Cos’è la scrittura? Ricevo tante domande bellissime e profonde, sulla grafologia, sulla scrittura, su come e perché possono diventare i tuoi più grandi alleati, ed alle risposte dedicherò delle puntate ad hoc. La scrittura è un altro dei linguaggi che usi per comunicare. C’è il linguaggio verbale, il linguaggio del corpo e il linguaggio della scrittura. La tua scrittura – e parlo di scrittura a mano, di grafia, di corsivo, di penna e di carta, non di digitare su una tastiera, che è tutta un’altra cosa, e, purtroppo, ha tutt’altro effetto, e anche di questo ti parlerò in una delle prossime puntate –, la tua scrittura sei tu. Tutto intero. Quello che esprimi e quello che reprimi, quello realizzato e quello in potenza. Le cose che più ti sono e ti sarebbero utili, per superare difficoltà e problemi, e quelle che invece sono come palle al piede. Questa è la forza della scrittura. Non nasconde nulla, perciò, ha sempre uno scrigno pieno di tesori, perché non c’è persona che non disponga di tutto ciò che gli serve per determinare, davvero, il proprio destino. E’ che, per usarlo, devi sapere di averlo. A questo serve, tra l’altro, l’analisi grafologica della scrittura, ti rivela a te stesso.

Decidi il tuo destino

E’ così che conosco le persone, ed è così che le aiuto, a ritrovare se stesse, a riscoprire se stesse, a rinforzare se stesse, semplicemente, ad essere autentiche e vere, in equilibrio e in armonia. Determina il tuo destino vuol dire, prima di tutto, che devi decidere. Determina, cioè, stabilisci, fissa con esattezza, indica con precisione. Astoria (nome di fantasia, storia vera) mi ha detto una volta: “Sto andando nella direzione giusta?”. Una domandona. Parlava della sua vita professionale, ma la sua vita professionale è legata alla visione che ha di se stessa, alle sue priorità. La direzione giusta non è teorica, né ideale. Astoria ha la sua. E’ una donna pratica, concreta, che sa autoregolarsi ed automoderarsi. Caratteristiche eccellenti, se le usi a tuo favore. O il contrario, se non le usi a tuo favore. Mentre esplorava la direzione, tante cose si facevano più chiare. La sua scrittura cambiava con lei, più ampiezze, meno paure. Lavorando su se stessa, con profondità e sincerità, ha capito la direzione che voleva seguire, e la domanda è cambiata: “Come faccio a raggiungere il mio obiettivo?”. E poi è diventata un’affermazione: “lo voglio raggiungere, farò tutto il possibile. Migliorerò e crescerò quanto mi serve, non per l’obiettivo, per me stessa, per essere soddisfatta di me, della mia vita”. Questo è il punto.

Determinarsi: il successo viene dalla piena realizzazione dell’essere

La grafologia mi permette di conoscere il valore delle persone, la potenza, l’essenza, le possibilità. Quello che faccio, è fare in modo che ogni persona possa vederle con altrettanta chiarezza. Poi, come Astoria, mano a mano che una persona vede la sua strada, va sempre più veloce, sempre più lontano, perché sa che è la sua strada. Ed io, l’accompagno. Infatti, i miei clienti per me sono una fonte perenne di ispirazione, mi entusiasmano, hanno sempre nuove conquiste pratiche e nuove scoperte interiori da raccontarmi. Ma… determina, intransitivo pronominale, diventa “determinarsi, manifestarsi, avere origine”. Questo è il secondo punto, importante come il primo. Devi determinare, nel senso di decidere, volere, progettare. Ma anche determinarti, nel senso di essere. Perchè è da te che ha origine ogni tua felicità.
Se vuoi determinare di essere felice e determinarti ad esserlo con piena soddisfazione di te, e vuoi farlo con la grafologia evolutiva®, e sfruttando al massimo tutte le tue risorse e la tua potenza interiore, sono qua. Trovi i miei recapiti sul mio blog, annarosapacini.com, pagina contatti, anche quelli social. A proposito di social, se vuoi seguire le mie pagine, puoi farlo a partire da Facebook ed Instagram, o quello che preferisci. Dalla pagina podcast del mio sito puoi iscriverti a Comunicare per essere, e sarai certo di trovare sempre nuova ispirazione e nuova energia, per determinarti. E non dimenticarti di iscriverti alla newsletter ed al mio canale YouTube. Per salutarti, riflessione e ispirazione, aforismi e musica. Se vuoi iniziare subito, a determinarti, puoi richiedere direttamente dal sito il tuo Profilo Grafologico Essenziale. Due aforismi sul valore vero della felicità: Tom Hopkins, “Essere infelice è un’abitudine. Essere felice è un’abitudine. La scelta è tua”. Il secondo è: “La felicità è quando ciò che pensi, ciò che dici e ciò che fai sono in armonia”. Questo aforisma è un mio pensiero, l’ho pubblicato parecchi anni fa, in un mio podcast, ma oggi è attribuito a molti altri, da Gandhi ad altri straordinari pensatori. Quello che conta, è che sia davvero di tutti, soprattutto, tuo. E’ questa la felicità che ti auguro di creare. Il brano s’intitola: “Purple blue”. Ogni colore ha le sue sfumature, come ogni essere umano, ognuno di un colore unico. Ciao, grazie di essere stato con me. Ti aspetto alla prossima puntata

Torna su