Come sentire lo spirito natalizio (e perché)

Sentire lo spirito natalizio è una bella impresa. In senso letterale: vuol dire avventurarsi in un percorso ricco di sorprese e di speranza. Vuol dire scegliere di cambiare le cose, e scommettere su te stesso e sugli altri. Avere coscienza della persona che sei e della vita che crei. Portare il bene che vuoi creare sempre con te, e condividerlo con chi ti piace e con chi non ti piace, nei momenti buoni e in quelli bui. Perché non puoi sentire ciò che non ricerchi, e non puoi ricercare ciò in cui non credi. Sentire lo spirito natalizio è una scelta potente, indirizzata verso la felicità della tua vita. Da coltivare 365 giorni l’anno. Un’impresa, perché non puoi navigare nel mare della vita con coraggio se non credi nei sogni. Bella, perché è nel momento che dai fiducia alla vita, che ciò che è buono diventa realtà. Una realtà che scegli e che, proprio tu, crei.
(Scorrendo la pagina puoi leggere la trascrizione dell’audio della puntata)

Lo spirito natalizio: come coltivare la predisposizione dell’animo

Una realtà che scegli ed una realtà che crei da intendere in senso concreto, non solo ispirazionale. Fattivo, non solo motivazionale. Sentire lo spirito natalizio è un fatto interiore che crea realtà esterna. E sentire lo spirito natalizio non è cosa così semplice come possa sembrare. Non è il senso del natale, né l’euforia dei giorni di festa, non ha niente a che fare con il tempo libero o con le occasioni conviviali. Lo spirito natalizio di cui ti parlo è un modo di percepire la vita e le relazioni, te stesso e le tue possibilità.

Dove “sentire”, come ci ricorda il dizionario, indica uno stato affettivo dell’animo, una disposizione interna dello spirito, avere coscienza di una realtà intuitivamente. “Avere coscienza di una realtà per disposizione interna dello spirito”: questi sono i due elementi. Se si tratta di avere coscienza di una realtà, vuol dire che questa esiste, e puoi coglierla, sostenerla, svilupparla. E se si tratta di una disposizione interna, vuol dire che puoi coltivarla. Perciò per sentire lo spirito natalizio devi attivare una disposizione interna che ti permetta di avere coscienza di una realtà affettiva dell’animo e dell’esistenza. E non solo, sentire indica anche il contenuto affettivo ed etico dell’animo, nobiltà, delicatezza, rettitudine, ed anche capacità d’intendere. Perciò se riesci a sentire lo spirito che è alla base del vero spirito natalizio, compi un’azione interiore foriera di straordinari sviluppi nella tua vita.

Il vero significato dello spirito natalizio (come orientamento di vita)

Definiamo adesso lo spirito natalizio, o meglio, quello che intendo per spirito natalizio nella filosofia di comunicare per essere®: si tratta di una predisposizione dell’animo volta al bene, al bene da costruire e da realizzare. In termini pratici, significa che se vuoi far valere i tuoi diritti, ad esempio, invece di aggredire e giudicare, troverai il modo di comprendere e farti comprendere. Se vuoi risolvere un problema, invece di lamentarti o prendertela con gli altri, cercherai in te la giusta visione e le giuste soluzioni, e non solo non creerai tensione nel tuo ambiente esterno, ma coltiverai così bene la tua forza interiore da essere di sostegno, agli altri.

Come si fa coltivare questa predisposizione, in cui ogni giorno sei te stesso ed anche un po’ nuovo? – perché il natale è anche rinascita, e lo spirito natalizio indica un sentire capace di autodeterminarsi e di migliorarsi, ogni giorno -. Per coltivarla, devi sceglierla. Non basta pensare di cambiare, è necessario agire per trasformare. Non è sufficiente una buona intenzione, questa buona intenzione deve diventare un fatto.

La forza interiore: come la serenità si costruisce

Tra i miei cari clienti ed allievi, queste persone straordinarie che condividono con me una parte del loro cammino, e che vedo brillare nelle loro vite, combattere, vincere, trasformare, che siano nuovi o di lungo corso, uomini o donne, giovani o maturi, tra queste persone ci sono esseri umani che hanno sofferenze significative nella loro vita. Malattie, dolori. Eppure, grazie alla scelta di coltivare questo spirito di rinascita e orientare il loro animo verso il bene da realizzare e portare nel mondo, diventano più forti, vivono meglio, affrontano le difficoltà con sempre più coraggio, sino a che le difficoltà perdono potere, e ritrovano loro stessi, e vivono con il giusto spirito sempre, nelle giornate buone e in quelle buie.

La vera evoluzione personale, infatti, non si pone come scopo primario quello di cambiare la realtà esterna. Si pone come scopo primario quello di renderti così forte e consapevole (quel “sentire” che è capacità d’intendere, coscienza, intuizione), così forte e consapevole da permetterti di affrontare la vita con la giusta serenità. Sempre. È da lì che deriva la trasformazione della vita esterna. Si può essere sereni e tristi, o sereni e stanchi: vivendo la vita s’incontrano eventi di ogni tipo, situazioni che ti piacciono di più o di meno. Che a volte hai creato tu stesso. Ma il tuo spirito natalizio non scompare

La scelta del momento: la consapevolezza inizia la trasformazione della realtà

Qualche giorno fa una persona ha commentato un mio post su Facebook, dove spesso condivido piccoli spunti presi dalle mie riflessioni, in quel caso, su “le parole che nutrono” ed ha scritto: “Una volta che le hai pronunciate, dettate magari dalla rabbia, continuano a muoversi in te, come nuvoloni capaci di oscurare il sole. Lasciano un senso di infelicità di cui è difficile liberarsi. Ancora oggi soffro per aver ferito con le mie parole…”. Questo è l’avvio, il momento in cui puoi cambiare, la consapevolezza del tuo potere, di ciò che le azioni hanno creato.

La scelta dello spirito natalizio, che ti fa dire che aver ferito, non era qualcosa di buono, non ha costruito bene. La scelta, che parte dalla tua disposizione interna, dalla realtà che dentro di te esiste e percepisci, di trasformare, di creare il bene. Perché se diventiamo migliori, allora migliora la nostra vita, e anche quella degli altri. Lo spirito natalizio così inteso è una bella scommessa del vivere, e non si basa su ciò che accade intorno a te, ma sulla realtà che crei dentro di te e sulla tua scelta, e il tuo impegno, nel renderla reale nel mondo.

È dal miglior te stesso che deriva la tua miglior vita possibile

Perché sentire lo spirito natalizio? Perché è dal miglior te stesso possibile che deriva la tua miglior vita possibile. Come sentirlo? Scegliendolo. Decidendo. Cosa migliorare, quanto, perché, come. Sul come posso aiutarti molto, il mio lavoro è strettamente calibrato sul vivere quotidiano, sulle caratteristiche personali, sulla piena valorizzazione dell’unicità e sulla ricerca delle strade migliori. Che, se anche in quanto esseri umani possiamo condividere visioni e valori comuni – come quelli di coltivare uno spirito portatore di rinascita e di bene – come farlo, come renderlo reale, come superare i nostri stessi limiti interiori, che anche quelli sono una realtà percepita che agisce, il come è sempre personale.

E quando trovi la tua giusta strada, avanzerai e quasi ti sembrerà che non ti costi fatica, e ti chiederai perché per così tanto tempo hai rinunciato a darti fiducia, a scegliere quella nuova felicità. Una bella impresa, quella di scommettere sulla possibilità di migliorarti sempre, sulla capacità di comprendere anche chi ti è ostile, sulla scelta di non farti trasformare da ciò che non ti appartiene e di impegnarti, ogni giorno, per essere e realizzare te stesso. Non puoi navigare nel mare della vita con coraggio se non credi nei sogni. E i sogni, sei tu che li crei.  Bella, perché è nel momento che dai fiducia alla vita, che ciò che è buono diventa realtà. Una realtà che scegli e che, proprio tu, puoi portare nella tua esistenza.

Fiducia in te e nella vita: la forza trasformativa dell’essenza umana

E se hai ancora qualche dubbio, chiediti: le scelte che ho fatto sino ad oggi mi hanno portato dove volevo essere, al cento per cento? Ci sono speranze che voglio realizzare? C’è bellezza che voglio creare? C’è amore, e serenità, e valore, che voglio usare? Ci sono sempre, e puoi accrescerli sempre. E se non rinunci alla fiducia e sai riconoscere, e credere, che lo spirito natalizio è insito nella vita, e che se non lo usiamo, è soltanto perché a volte non sappiamo più riconoscerlo, allora, con quella fiducia saprai anche portare con te, sempre, quello spirito di valore e di rinascita che è la più straordinaria forza trasformativa dell’esistenza umana.

E se vuoi farlo con me, se vuoi che il tuo spirito natalizio diventi una salda visione della vita che non si fa abbattere dalle circostanze, ma, anzi, le trasforma, sono a tua disposizione. Annarosapacini.com, pagina contatti, trovi tutti i miei recapiti. Scrivimi, telefonami, chiedi quello che vuoi sapere, e troveremo le tue risposte, e creerai la tua strada nuova.

In questo un aiuto può arrivarti anche da questo podcast, Comunicare per essere®, centinaia di puntate e ore di lavoro dedicati ai valori fondanti della vita, ed a come renderli reali per te. Puoi seguirlo dal mio blog, dove ogni settimana pubblico le nuove puntate e le trascrizioni dei testi, se ti piace leggere, ed iscriverti liberamente dalla tua app preferita per musica e podcast.

E sul mio blog visita la pagina del Profilo Grafologico Essenziale, che può essere già un primo aiuto per dare energia al tuo spirito natalizio, uno studio sui tuoi punti di forza che realizzo personalmente, e che puoi richiedere direttamente dal sito.

Seguimi sul mio canale YouTube, iscriviti, per non perderti video e podcast, che, nel tempo, pubblico anche lì, e sul tuo social preferito, a partire da Facebook.

A proposito di cose preferite, aforismi e musica, perché lo spirito natalizio si trova anche nelle piccole cose. Taylor Caldwell: “Il vero messaggio del Natale è che noi tutti non siamo mai soli”. Arthur Schopenhauer: “Colui che ha una grande ricchezza in se stesso è come una stanza pronta per la festa di Natale, luminosa, calda e gaia in mezzo alla neve e al ghiaccio della notte di dicembre”. L’ultimo, di Dale Evans Rogers: “Il Natale è l’amore in azione. Ogni volta che amiamo, ogni volta che doniamo, è Natale”.

Il brano che voglio dedicarti s’intitola: “Clear reflections”. Lo spirito natalizio è un po’ come i riflessi nell’acqua: se quello che vedi è un riflesso che non ti piace, non è colpa dell’acqua. Se la vita che hai non è quella che sogni, la risposta è nel tuo cuore. Ti auguro di credere nella tua bellezza, questo è il vero sentire la forza della tua vita, e della grandezza della migliore umanità. Grazie per essere con me in questo viaggio. Ti aspetto alla prossima puntata.

“Perché sentire lo spirito natalizio? Perché è dal miglior te stesso possibile che deriva la tua miglior vita possibile. Come sentirlo? Scegliendolo”
-Annarosa Pacini
Torna in alto