Quali sono i tuoi punti di forza

Sarebbe bello poter disporre di un elenco dei propri punti di forza, da rileggere per auto-motivarsi e migliorare ancora. Aspetti positivi – i punti di forza – che permettono di progredire nella vita. Conoscere se stessi – inclusi i punti di forza – è allora un punto di partenza non solo ottimale, ma auspicabile, di più, necessario. C’è però un aspetto ulteriore da tenere presente: ovvero, qual è il punto di riferimento per la valutazione dei punti di forza? Chi decide quali aspetti che riguardano il tuo essere, il tuo modo di vivere pensare, siano punti di forza che vanno bene, oppure punti deboli, aspetti negativi? E questo è il vero problema: esiste una prospettiva di punti di forza generale, un elenco che può indicare caratteristiche dell’essere umano che possono essere d’aiuto. Ma non si tratta dei tuoi, veri, punti di forza. Perché solo i tuoi punti di forza possono essere la leva trasformativa della tua vita. In questo podcast ti parlo dei punti di forza veri, di come puoi trasformare ogni tua caratteristica in una caratteristica che ti aiuta a vivere meglio, e ad essere migliore, e di dove puoi trovare un elenco completo dei tuoi punti di forza, per partire da lì per un nuovo viaggio dentro la piena realizzazione della tua vita.
(Scorrendo la pagina puoi leggere la trascrizione dell’audio della puntata)

L’importanza dei punti di forza

Il tema dei punti di forza è legato ad un messaggio, che ho ricevuto da Angelo, con oggetto: “Miglioramento personale”, e con la richiesta di un elenco dei punti di forza. L’ho trovata davvero una richiesta molto interessante, perché apre la porta a riflessioni fondamentali, sulla strada del miglioramento personale. Elenchi di punti di forza, generali e generici, ne trovi in ogni dove. Punti di forza per il lavoro, per la vita affettiva, per il successo personale. Punti di forza che si basano, però, non sulla conoscenza dell’essere umano specifico, ma sul valore positivo che, ad una certa caratteristica, viene attribuito, in base a determinate decisioni a priori.

Nella mia esperienza, non esiste caratteristica personale che non possa essere trasformata in un punto di forza. “Mia esperienza”, che viene dal mio lavoro, ma non “mia”, di tutte le persone bellissime con cui lavoro e che incontro per sostenerle nel loro percorso di evoluzione personale. Tanto più puoi farlo, tanto più ti conosci bene. Mentre attribuire valori generali a modelli generali, caratteristiche generiche, e pretendere che siano un modello giusto per tutti, espone a molti rischi: il primo dei quali, è la creazione di infelicità.

Punti di forza veri, e presunti

Ti faccio un esempio pratico, e penso ad un mio caro cliente, Rossano, storia vera, nome di fantasia. Rossano è un uomo la cui scrittura presenta caratteristiche eccellenti: attento e sensibile, pensatore, con grande capacità di sintesi ma anche, di approfondimento. Rispetto verso gli altri, attenzione verso il mondo che lo circonda. Il desiderio di portare un contributo positivo nella vita, di rispettare se stesso. Rossano però vive in un contesto di relazioni in cui alcune sue figure di riferimento vedono come punti di forza caratteristiche che vanno in altra direzione: non pensare alla propria autorealizzazione in una prospettiva di crescita spirituale ed umana, ma in prospettiva materiale. Così, bisognerebbe rinunciare al lavoro dei sogni ed optare per un lavoro che ti dà uno stipendio sicuro, anche se ti rende infelice per tutta la vita.

Persone che vedono la sensibilità, l’attenzione e la cura verso gli altri come una forma di debolezza, e ritengono che sia un punto di forza l’affermare se stessi senza tener conto degli altri, e, possibilmente, pensando di avere sempre ragione, e, possibilmente, facendo in modo che gli altri si comportino come si pensa che debbano comportarsi, sennò, sono “sbagliati”. Questo punto di vista crea molta sofferenza, che lo abbiano dei genitori nei confronti dei figli o un partner nei confronti di chi lo ama. Sono davvero punti di forza? Sulla carta, forse

Il bene che crei nella vita è direttamente proporzionale ai valori che scegli

Ma, riflettiamoci insieme: poniamo un leader, una persona che guidi un team, che debba raggiungere un grande obiettivo, e diamo al leader le stesse competenze, ma diverse caratteristiche (non le definisco “punti di forza”, perché non credo nel valore assoluto della caratteristica, anche la migliore delle caratteristiche, se in eccesso, se non ben modulata e saggiamente guidata, può trasformarsi in qualcosa che fa male alla vita, propria e degli altri, dalla generosità all’altruismo dall’autorevolezza alla spinta verso l’autorealizzazione). Basti pensare quante cose assai tristi sono state compiute, nella storia dell’umanità, in nome di alti ideali, per capire come anche il più alto ideale possa trasformarsi nel suo opposto, se le azioni non sono coerenti.

Quindi, poniamo due leader, stesse competenze. Uno, concentrato su se stesso, decisionista, che pensa che solo il suo modo di vedere sia giusto, con uno stile comunicativo aggressivo, che spesso ferisce gli altri. L’altro, che conosce se stesso e sa vedere gli altri, che sa che il suo punto di vista è giusto ma è sempre disposto a dare spazio alle visioni dei suoi interlocutori, e che sceglie di relazionarsi con il mondo nel pieno rispetto. Secondo te, anche a parità di risultato, dove le persone saranno più felici, si sentiranno più realizzate, saranno spronate a dare il loro miglior contributo? Dove soffrono e si sentono comandate e non comprese, o dove si sentono valorizzate, comprese e ispirate?

Perché puoi sempre migliorare (punti forti e punti deboli)

Perciò, ecco che i veri punti di forza sono le caratteristiche che tu scegli di usare per migliorare la tua vita ed il tuo mondo, e la vita degli altri, nel pieno rispetto. È lì, che cresci, che ti migliori. Conoscere te stesso è un punto di partenza necessario: ed è lì, nel conoscere le tue caratteristiche, che puoi trasformare ogni tuo aspetto in un punto di forza. Perché solo se rispetti davvero te stesso, puoi rispettare davvero la tua vita. Io ho lavorato da sempre, e lavoro, con persone che riescono non solo ad essere se stesse, con consapevolezza, ma anche ad imparare linguaggi nuovi, nuovi modelli di pensiero, che scelgono, e quelli sì, sono punti di forza, perché ti appartengono.

Per questo, quando una persona si realizza davvero, quello che crea è un mondo migliore, perché lei stessa diventa migliore. I tuoi punti di forza sono le caratteristiche di te stesso che impari ad utilizzare nel modo più giusto per la massima espressione di te.  È molto utile avere dei criteri di riferimento, farti ispirare da caratteristiche che possono essere giuste per te, ad esempio, in un rapporto di coppia, per la relazione che vuoi creare; oppure, giuste per il lavoro cui ambisci, le competenze e le attitudini più adatte. Ma nulla è più utile della piena consapevolezza del tuo valore, unita ad un costante e sempre presente desiderio di autodeterminazione e di crescita autentica. Questo è il mio lavoro sui punti di forza.

Conoscerti: la strada della vera evoluzione umana

Tanto è vero che ho creato un focus sui punti di forza strategici, che è il Profilo Grafologico Essenziale, strategici e sinergici, punti di forza che sono caratteristiche fondamentali della tua essenza, in positivo e in negativo, tutto dipende da come le usi, e le conosci, e lo puoi richiedere in ogni momento, dal mio sito.

Se poi hai il desiderio di un elenco dei tuoi punti di forza per auto-motivarti, potresti trovare un interessante via di mezzo in quelli che possono arrivare dal tuo Tema Natale. Il Tema Natale astrologico raccoglie modelli ed archetipi universali, quindi, le classi generali, e poi, le declina nel particolare. Perciò, Angelo, se proprio vuoi un elenco dei punti di forza ti consiglierei, comunque, di concentrarti sui tuoi, puoi visitare il sito del mio compagno di vita, Franco Passarini, all’indirizzo francopassarini.it, lui è un profondo studioso di Astrologia, che usa come mezzo per il risveglio interiore e personale, e puoi richiedergli il tuo Tema Natale. Puoi rivolgerti a lui a mio nome, e così, avrai trenta minuti in più in omaggio, nell’incontro di spiegazione della tua Carta del Cielo. Da un’ora passerai ad un’ora e mezzo tutta per te. Gli ho chiesto di usare questa particolare cortesia, da riservare ai miei ascoltatori, ai miei clienti, ai miei allievi, quindi, per te, e per chiunque volesse un momento di auto-valorizzazione ampio e dettagliato, come la sua astrologia umanistica può fare. L’interpretazione del tuo Tema Natale può fornirti quella, tra virgolette, lista che stai cercando, ma che sarà solo tua, e non di altri. E puoi partire da lì per un nuovo viaggio dentro la piena realizzazione della tua vita.

Se vuoi non solo scoprire tutte le tue caratteristiche, ma scegliere di creare la persona che senti di essere, e vuoi farlo con me, vuoi conoscere il mio metodo, andare in profondità con la tua crescita personale, per realizzare finalmente ciò che ti sta a cuore, scrivimi. Annarosapacini.com, pagina contatti, trovi i miei recapiti, dimmi cosa stai cercando e scopriremo come puoi trovarlo.

E per dare nuove ispirazioni al tuo essere profondo, usa il mio podcast, Comunicare per essere®, ogni settimana nuove prospettive, nuove visioni, strumenti, consigli, storie ed una dimensione di costante progresso. Puoi seguirlo dal mio blog, nella home page ogni settimana trovi le nuove puntate, e puoi leggere le trascrizioni nel blog, di tutte le puntate che lì ho pubblicato, e puoi iscriverti liberamente dalla tua app preferita, Spotify, Apple podcast, Google Podcast, Spreaker etc. etc. Dove c’è podcast, c’è Comunicare per essere®.

Nel mio canale video, su YouTube, e sui vari social, a partire da Facebook, trovi tanto altro. Iscriviti e attiva le notifiche, e segui sempre il mio blog, dove puoi leggere ed ascoltare articoli e approfondimenti mirati. Per salutarti, aforismi sulle caratteristiche umane, che sono molto più che non punti di forza.

Parole, e musica, per continuare a riflettere sul tuo valore. Kahlil Gibran: “La tenerezza e la gentilezza non sono segni di debolezza e di disperazione, bensì manifestazioni di forza e determinazione”. Arturo Graf: “La bontà vera è, non debolezza, ma forza. L’uomo debole è solo buono in apparenza”. Bruce Lee: “Conosci la tua natura per poterla controllare. Per poter controllare me stesso, devo prima accettarmi, assecondando la mia natura, non contrastandola. Ognuno deve pensare a se stesso: la strada giusta per un uomo corpulento potrebbe non esserlo per un uomo minuto, e la strada giusta per chi è lento potrebbe non esserlo per chi è veloce. Ogni persona deve essere consapevole delle proprie debolezze e delle proprie forze”. L’ultimo, di Knute Rockne: “Sviluppa i tuoi punti deboli finché non diventino i tuoi punti forti”.

Il brano che ti dedico è: “Shine”. Un invito, a brillare. A credere nella tua luce, e usarla per risplendere nella tua esistenza. Grazie per essere con me in questo viaggio, ti aspetto alla prossima puntata. Ciao ciao

“Credi nella tua luce, e usarla per risplendere nella tua esistenza”
-Annarosa Pacini

Crescita e realizzazione personale, comunicazione, motivazione, ispirazione, evoluzione, coaching on line – frasi, pensieri, aforismi e citazioni tratti dal lavoro della dr.ssa Annarosa Pacini , per un approccio originale alla scrittura personale della vita (© tutti i diritti riservati: è consentito l’uso con la citazione della fonte e link al sito)

Torna in alto