La battaglia va combattuta da soli

Vincere le proprie battaglie vuol dire vivere una vita realizzativa. Vuol dire portare avanti i tuoi sogni ed i tuoi progetti. Vuol dire essere, pienamente, e pienamente vivere. La battaglia della tua vita è qualcosa che combatti da solo. Non devi pensare al “combattere da solo” come a qualcosa da temere, ma come a qualcosa da auspicare: significa diventare consapevole che nessun’altro può portare valore e grandezza nella tua vita se non tu. Ognuno di noi combatte la propria battaglia da solo, sebbene la si vinca anche con gli altri e per gli altri. Perché più diventi forte, più puoi sostenere la tua vita e quella delle persone che troverai sul tuo cammino. Se le cose non vanno come vorresti, se la realtà è diversa da quella che speri, armati delle tue risorse e impegnati nella più bella competizione che ti attende, quella per la piena felicità della tua vita e la più autentica realizzazione del tuo essere.
(Scorrendo la pagina puoi leggere la trascrizione dell’audio della puntata)

Affrontare con coraggio la vita

Farti carico della responsabilità che hai, per ciò che vuoi costruire nella tua vita, è un passo fondamentale per realizzarlo. Vuol dire diventare consapevole del tuo potere, delle tue possibilità, delle tue risorse, dei punti di forza ed anche di quegli aspetti che potresti migliorare, per vivere meglio. Combattere una battaglia vuol dire impegnarsi con energia, per un fine. E quale fine migliore che creare una buona vita e realizzare i tuoi sogni? Ed essere una bella persona, e migliorare il mondo in cui vivi?

Essere battagliero, parola che ha molti sinonimi, alcuni davvero belli: “battagliero”, forte, vigoroso, combattivo, fiero, indomabile. Indomabile da cosa? Anche dalla vita. La vita, quella che viviamo, che fa parte della nostra storia, a volte ci sostiene, ed altre, ci indebolisce. È raro trovare un ambiente ideale, che significherebbe che tutto, e tutti, siano in piena armonia con la tua natura e sappiano come valorizzarla e sostenerla. Nella vita reale, s’incontrano situazioni di ogni genere, positive, negative, favorevoli, contrarie. Genitori che ti amano, ma anche ti fanno soffrire. Docenti che ti insegnano ma anche ti fanno pensare che non vali abbastanza. Amici che ti affiancano, ma anche ti ostacolano. Persone che ami, che a un certo punto non ti amano più, o che tu non sai amare nel modo giusto.

Perché ogni prova che affronti è un’occasione per diventare migliore

Ogni cosa è una “battaglia”, intesa come una sfida, una prova, per crescere e migliorare. Cerca sempre il valore positivo, nelle parole: la sfida per crescere, per te stesso e la tua realizzazione, è positiva, un’occasione per diventare la persona che scegli di essere; la sfida per sconfiggere altri, per rivalsa sulle tue sofferenze, è negativa. O meglio, tutto ciò che non si basa su visioni interiori positive, pur portando buoni risultati, nel tempo, condiziona il tuo vivere, e positivo non è.

È il caso tipico di chi vive relazioni di lunga durata in bilico tra amore e odio, tra gioia e sofferenza. Un giorno su, un giorno giù. Di chi si dedica al proprio lavoro a volte con soddisfazione, altre volte sentendosi come se buttasse via la propria vita. Di chi vive i suoi giorni, a volte con grande ispirazione, altre, più numerose, come se le giornate non avessero più bellezza da donare. La battaglia va combattuta da soli significa che, quando decidi che battaglia vuoi combattere, devi allenarti, diventare più forte, più capace, capire cosa puoi migliorare, capire cosa vuoi migliorare. E farlo. E se mentre migliori te stesso gli altri non se ne accorgono, e ti criticano, o ti ostacolano, e i tuoi vecchi sentimenti non ti lasciano, o si riaffacciano, tu continua indomabile. Indomabile, cioè libero di essere te stesso. Anche se forse è più adatto indomito, ovvero, instancabile, tenace. Nomi di fantasia, storie vere.

Imparare da ciò che ti accade oggi per cambiare il tuo domani

Gaetano si è trovato senza terra sotto i piedi, quando la donna della sua vita, dopo venti anni di matrimonio, senza segnali che lui avesse colto, gli ha detto: non ti amo più, voglio che te ne vada. Poi, si è sentito ancora peggio, quando lei, Caterina, gli ha detto che era tutta colpa sua. Perché Gaetano non sapeva cosa aveva fatto, ma, giorno dopo giorno, ha scoperto che forse qualcosa aveva fatto, piccole mancanze, segnali che non aveva colto, preso dalla sua vita e dal suo modo di essere, non aveva saputo ascoltare, e neanche, dire.

Tra i loro amici c’era chi sosteneva Caterina e chi era dalla parte di Gaetano, ma tutti avevano una loro idea, un loro giudizio. Tutti a suggerire come vendicarsi, a cercare gli aspetti negativi, quelli per mettere da parte la loro storia d’amore. Pochi che li invitano a comprendere che c’era molto da imparare, da quella situazione. Ma una storia d’amore non dovresti mai metterla da parte: anche se finisce, è stata vera. Anche se diventa sofferenza, è stata gioia. Le tue scelte, anche quelle sono la tua battaglia.

Se non l’hai vinta, vuol dire che dovrai trovare una battaglia migliore, proseguire instancabile e tenace. Gaetano ha fatto davvero un bel percorso, prima, per ritrovare la sua serenità. Poi, per capire davvero cosa fosse successo. E gli è stata molto d’aiuto, quella crisi, lo ha portato a rendersi conto di quanto la vita, le esperienze, lo avessero reso un uomo difficile e chiuso in se stesso. E il suo amore restava dentro di lui, e Caterina non si sentiva amata.

Vincere le tue battaglie: il valore della consapevolezza di te

La “battaglia va combattuta da soli” è un invito ad avere fiducia in te stesso, a non farti abbattere dai momenti difficili, a farti forza, a diventare forte. Fiero, combattivo, indomito e indomabile. Una cosa che spesso le persone mi dicono, chi mi conosce bene, e chi mi conosce abbastanza, è che non mi arrendo. Qualcosa che sempre vedono e riconoscono. Sanno tutti, che se c’è un problema, io continuo a cercare la soluzione. Un’attitudine, ma anche una scelta. Ho iniziato tanti anni fa, e non ho mai smesso. È la stessa cosa che faccio nel mio lavoro, per i miei cari clienti, ed allievi, cerco perché so che c’è. Non combatto io la loro battaglia, ma so bene che la forza interiore si trasmette, che la speranza puoi darla solo se ce l’hai.

E a volte, quando una di queste straordinarie persone affronta un momento difficile, è lì che è importante esserci: perché non perdo mai la visione e la speranza. Non puoi trovare qualcosa se non riesci a percepirla, se non credi di poterla trovare. Chi parte sentendosi sconfitto, non vince. La “vittoria”, vera, è, innanzi tutto, una dimensione interiore: “vittoria” intesa come padronanza e testimonianza. La tua fioritura. È così che, più combatti le tue battaglie, più diventi forte, più puoi sostenere la tua vita e quella delle persone che incontrerai sul tuo cammino.

Puoi diventare più forte solo se ti sfidi

La battaglia va combattuta da soli perché non puoi diventare più forte, se non ti sfidi, e non puoi superare l’ostacolo, se non avanzi. Ma è proprio diventando nuovo, ogni giorno migliorando, per essere, pienamente, e pienamente vivere, che diventi sempre più consapevole che non sei solo, che il mondo è pieno di persone preziose, e che con la tua vita ed il tuo esempio puoi fare molto per tutti. Padronanza di te stesso, testimonianza con la tua vita. Vinci le tue battaglie, ed ispirerai altri a vincere le loro. Sii il tuo indomito eroe, e diventa un indomabile paladino del bene per tutti. Perché le persone migliori rendono migliore il mondo.

E solo se coltivi la tua felicità e ti assumi la responsabilità di vincere le tue battaglie potrai sostenere davvero la tua vita e quella delle persone che incontrerai sul tuo cammino.  Se le cose non vanno come vorresti, se la realtà è diversa da quella che speri, armati delle tue risorse, prenditi cura di ciò che sei, coltiva il tuo valore, e impegnati nella più bella competizione che ti attende, impegnarti nella massima espressione di te, per la piena felicità della tua vita. Pratica e concreta, non teorica.

La trasformazione concreta della vita parte dalla piena consapevolezza del tuo valore

Questo è il mio lavoro: aiutare le persone a realizzare una trasformazione evolutiva, pratica e concreta, del loro essere e della loro vita. Tanti strumenti, ma il più prezioso parte dalla profonda conoscenza di te stesso, quella padronanza che diventa guida: la grafologia evolutiva ®, la scrittura evolutiva ®, vere e proprie opere uniche, su misura. E poi l’incontro dialogico, la comunicazione valoriale, applicata alla vita, ai modelli di pensiero, alle relazioni, alle scelte ed alle azioni. E dallo studio delle tue caratteristiche, da una conoscenza consapevole della persona che sei oggi, e di quella che vorrai essere domani, deriva ogni cambiamento.

Non importa dove ti trovi, in quale parte del mondo: annarosapacini.com, pagina contatti, scrivimi, parliamone. Il primo colloquio telefonico è gratuito. E, una volta scelto il tuo percorso, ovunque sei, ci incontreremo on line, in video-collegamento, e passo dopo passo combatterai la migliore battaglia per la tua vita, per la vita che sceglierai di realizzare. Perché la battaglia va combattuta da soli, ma se hai qualcuno che ti aiuta a farlo bene, è meglio.

Un aiuto arriva anche da questo podcast, Comunicare per essere ®, centinaia di puntate, di ore di lavoro, che metto a disposizione di chi desidera essere il creatore della propria vita. Ti consiglio di iniziare dalla prima puntata del 2018, quando ho scelto di trasferire concretamente il mio metodo e la mia visione nel podcast. Che è, oggi, uno strumento globale di comunicazione valoriale ed una via di ricerca profonda per l’evoluzione personale. Una frase che mi sentirai spesso ripetere, nelle vecchie puntate del podcast che ho attualizzato in forma di riflessione, creando pagine ad hoc in cui ho raccolto puntate dedicate ai singoli argomenti. Quando ne ascoltassi una, ti basterà cliccare sul link che trovi nella descrizione e andare alla pagina sul blog.

Puoi seguire il podcast dalla pagina dedicata del mio blog, annarosapacini.com, e trovi in home page ogni settimana le nuove puntate, complete di trascrizione dell’audio, se ami leggere, una bella dimensione, la lettura, che ti suggerisco di coltivare. E puoi iscriverti liberamente dalla tua app preferita per musica e radio, Spotify, Apple Podcast, Spreaker, etc. etc. ed anche da YouTube, dove pubblico i podcast ed i nuovi video. Iscriviti ed attiva le notifiche, mi trovi sui principali social, a partire da Facebook.

Per salutarti, parole e musica che possano ispirare il tuo spirito indomito. Ho scelto sei aforismi sulle battaglie da comprendere e vincere in una prospettiva di evoluzione personale. Buddha: “Tra chi vince in battaglia mille volte mille nemici e chi soltanto vince sé stesso, costui è il migliore dei vincitori di ogni battaglia”. Sun Tzu: “Ottenere cento vittorie su cento battaglie non è il massimo dell’abilità; vincere il nemico senza bisogno di combattere, questo è il massimo trionfo”. Jorge Mario Bergoglio, ovvero, papa Francesco: “Una delle tentazioni più serie che soffocano il fervore e l’audacia è il senso di sconfitta, che ci trasforma in pessimisti scontenti e disincantati dalla faccia scura. Nessuno può intraprendere una battaglia se in anticipo non confida pienamente nel trionfo. Chi comincia senza fiducia ha perso in anticipo metà della battaglia e sotterra i propri talenti”. Gandhi: “Apprendere che nella battaglia della vita si può facilmente vincere l’odio con l’amore, la menzogna con la verità, la violenza con l’abnegazione dovrebbe essere un elemento fondamentale nell’educazione di ogni bambino”. Napoleon Hill: “Proponetevi di non evadere mai dalle situazioni spiacevoli, ma riconoscetele e cercate di combatterle dal punto in cui vi trovate. In questo modo scoprirete che accettare le circostanze date, senza temerne le conseguenze, equivale ai nove decimi della battaglia per vincerle”. L’ultimo è di Vince Lombardi: “È essenziale capire che le battaglie si svolgono principalmente nei cuori degli uomini”.

Il brano che ti dedico s’intitola: “Il tuo viaggio”. Questo è, la tua vita, il tuo viaggio. Fallo in buona compagnia. E, a proposito di compagni, se vuoi lasciare un commento sotto un mio video che ti piace, una valutazione del mio podcast, grazie. Aiutami ad aiutare, che le persone felici e realizzate, rendono migliore il mondo di tutti. Grazie per essere con me, in questo viaggio. Ti aspetto alla prossima puntata. Ciao, ciao

“Quando decidi che battaglia vuoi combattere, devi allenarti, diventare più forte, più capace, capire cosa puoi migliorare, capire cosa vuoi migliorare. E farlo”
-Annarosa Pacini

Crescita e realizzazione personale, comunicazione, motivazione, ispirazione, evoluzione, coaching on line – frasi, pensieri, aforismi e citazioni tratti dal lavoro della dr.ssa Annarosa Pacini , per un approccio originale alla scrittura personale della vita (© tutti i diritti riservati: è consentito l’uso con la citazione della fonte e link al sito)

Torna in alto