Perché pensare al passato non aiuta

Il passato è passato: come tale, resterebbe lì, storia nella tua mente. Se non che, spesso, tante persone, tutti, qualche volta nella vita, tornano al passato, e lo mantengono vivo. Un buon passato, buone esperienze, buone realizzazioni, possono nutrire il tuo presente. Ma se nel passato trovi dubbi e dolori, cose mancate o speranza non coltivate, allora il passato resta sveglio, e il suo potere cresce, ma non in modo positivo. Fino ad occupare lo spazio del tuo presente, e indebolire il tuo futuro. Pensare al passato, come qualcosa che rimpiangi, con i “se avessi”, “se fosse stato”, non aiuta, perché quel passato lì, storicamente inteso, non lo puoi cambiare. Quello che puoi cambiare è come lo usi, il modo di pensarlo, quel passato, soprattutto, come vedere il tuo oggi, libero da qualunque catena. Dal passato s’impara, se lo incontri per ciò che è: un momento della tua vita, e della tua storia. E poi, se vuoi, lo usi perché possa diventare un aiuto per allontanare dal presente quello che non va bene per te. Non solo: quando smetti di pensare al passato come se fosse ancora presente, e ti concentri sul presente, che sai che è quello che cambia il futuro, allora lì sì, che trovi tutto quello che ti serve per vivere il pieno significato della tua esistenza.
(Scorrendo la pagina puoi leggere la trascrizione dell’audio della puntata)

La strada verso la piena indipendenza dura tutta la vita

Ti leggo un messaggio, tra i tanti, che ricevo, questo è di Selena: “Mi sono chiesta tante volte a cosa sarei stata portata se mi avessero incoraggiato a scoprirlo?”. Selena pensa al passato, come lei, tanti. Se avessi seguito un diverso percorso di studi, se avessi scelto un altro tipo di lavoro, se avessi amato una persona diversa, se fossi stato io, una persona diversa. Ma nella domanda di Selena c’è anche qualcosa in più: “cosa sarei stata se mi avessero incoraggiato a scoprirlo”. Selena, quindi, pone fuori di sé l’evento che muove tutto. “Se mi avessero incoraggiato”.

È un pensiero che conosco, è quello di Ulisse, che avrebbe voluto fare l’artista, e invece, i suoi lo hanno spinto ad accettare il primo buon lavoro, che lo stipendio, è quello che conta. È quello di Ginevra, che ha fatto studi che non voleva fare, che poi hanno portato ad un lavoro che non voleva scegliere, e anno dopo anno, ne sono passati più di venti, e le sembra che la sua vita sia fatta di cose che le vanno bene a metà. Iniziamo da qui: il potere personale cresce con il passare del tempo, ed il crescere dell’età. Nessun bambino, adolescente, giovane essere umano ha il pieno potere delle sue scelte, sino a che non raggiunge una vera, autentica, piena indipendenza. Ed anche lì, indipendenza – magari economica, o logistica – non vuol dire vera emancipazione e libertà.

Rimuginare sul passato non serve al futuro

Tante care persone che lavorano ed hanno lavorato con me, a trenta, quaranta, cinquanta, sessant’anni, ancora erano condizionate dal passato, da quello che i genitori hanno detto o dicono, i familiari, hanno detto o dicono, gli amici, il partner. Pensare al passato in questo senso, non aiuta. Il cucciolo di uomo ha bisogno di tanto tempo per crescere, e fa parte del suo percorso, e della vita, l’essere allevato, educato, indirizzato, dalle figure di riferimento, loro hanno il potere, gli adulti, loro, decidono. Sarebbe bello se ogni persona coltivasse se stessa e la propria felicità, così imparando a concepire la libertà dell’essere, il seguire quello che senti, quello che sei, coltivare le tue speranze, realizzare i tuoi sogni. Ma così non è: rare, sono le persone che riescono a seguire in toto questo tipo di percorso, come spontaneamente, e anche loro faticano, incontrano problemi, qualche volta sbagliano o prendono decisioni che non vanno bene, perché non le prendono loro, le prende la loro storia, il loro passato.

E queste persone, adulte, hanno a che fare con i bambini, gli adolescenti, i giovani e lì riversano frustrazioni, sogni infranti, regole di vita, come anche rinunce, che visto che hanno dovuto sopportarle loro, non si capisce perché non dovrebbero andar bene anche per gli altri. Perciò è cosa assolutamente comune qualche deviazione dal percorso giusto, l’aver seguito una strada perché è quella che ti hanno detto di fare, e non aver pensato ad altro. Quelle scelte, in quel momento, erano le migliori che tu potevi fare e così gli altri. Le migliori per il momento, nella situazione contingente, non le migliori per te e per la tua vita.

Sei tu, il vero creatore del tuo cambiamento

È energia persa, e tempo perso, pensare a cosa saresti stata se ti avessero incoraggiata a scoprirlo. Incoraggiati tu, incoraggiati ora, sii quella persona, crea quella realtà. Pensare al passato ti fa male, se stai a rimpiangere quello che non puoi cambiare. Pensare al passato comprendendone dinamiche, motivazioni, senza farti influenzare, lasciando andare i sentimenti negativi, quello, ti fa bene. Albina ha avuto un padre che la offendeva molto, perché lei era sempre meno degli altri. E quello le faceva pensare di esserlo, meno di altri. Ma quel padre era un uomo gretto, duro, tutto lavoro, sacrificio e poca vita felice. Sapeva amare così, probabilmente, così era stato amato.

Albina ha cambiato la sua storia, lasciato il padre dove era, ha cambiato anche i sentimenti, invece di rabbia, comprensione, per quell’uomo che non aveva potuto vivere felicemente nella sua vita. E poi, ha iniziato a concentrarsi sul suo presente, e ha cambiato la sua vita: nuove abitudini, relazioni più felici, una vita quotidiana fatta di cose belle proprio giuste per lei. Se vuoi mantenere vivo il passato, rendilo amico. Comprendilo. Poi, lascialo andare. Usa il tuo presente per mettere nella tua vita quello che ti serve per quello che mi piace definire, con il mio lavoro, “un approccio originale alla scrittura della vita”. Originale e unico, come te.

Vivi il tuo tempo, e cambia la tua storia

Cambia la tua storia, scrivila oggi, disegna il tuo domani. L’unico passato che ti serve, è quello in cui riconosci che il tuo valore, le tue possibilità, le tue speranze, nessuno le ha cancellate, né ridotte, sono sempre lì, tu puoi renderle parte attiva della tua esistenza. Nulla è perso, dentro di te, nessuna bellezza, nessun sogno, a meno che tu scelga di perderli. Ma anche nel momento stesso in cui pensi al passato, ed a quello che avrebbe potuto essere, anche in quel momento, in realtà, puoi piantare il seme del tuo nuovo presente. Perché non conta ciò che avrebbe potuto essere, quanto ciò che è, ed è da lì che nasce ciò che sarà. La scelta giusta è vivere autenticamente e pienamente, qualunque sia la tua età. Vivi il tuo tempo.

Se vuoi conoscere il mio metodo, per capire cosa possiamo fare per rendere la tua vita sempre più tua, per i tuoi obiettivi, per il tuo star bene, contattami. Annarosapacini.com, pagina contatti, e-mail, telefono, scrivi, chiama, ti risponderò; lì trovi tutti i miei recapiti. E dal sito puoi richiedere, in ogni momento, il tuo Profilo Grafologico Essenziale, un focus sui punti di forza più importanti per te e la tua vita, in questo momento, che realizzo personalmente, e che riceverai direttamente nella tua e-mail, in pochi giorni. Perché sapere cosa allenare e cosa utilizzare, tra le tue risorse, è di grande aiuto, sulla via dell’auto-liberazione. Se vuoi lasciare un commento, sostenermi, farmi conoscere i tuoi pensieri, ti leggerò molto volentieri.

Per non perdere i nuovi video iscriviti al mio canale YouTube, per tutte le novità alla newsletter, se ti appassionano questi temi seguimi sui vari social, mi trovi su tutti i principali, scrivo soprattutto su Facebook, e, naturalmente, sul mio blog. E se non lo hai ancora fatto, iscriviti al mio podcast, Comunicare per essere®, dalla pagina podcast del mio sito, puoi scegliere l’app che preferisci. Ogni settimana, nuove puntate, sempre al tuo fianco, piccole e grandi ispirazioni che aiutano la vita. E sul mio blog trovi i testi da leggere.

Ispirazioni, saggezza, e balsamo per l’anima, spero sempre che la musica ti sia di aiuto. Aforismi sul passato e sul significato che può avere per la tua vita. Ralph Waldo Emerson: “Ciò che ci sta alle spalle e ciò che ci sta di fronte, sono ben poca cosa rispetto a ciò che è dentro di noi”. Jim Rohn: “Prendi tempo per raccogliere il passato in modo che sarai in grado di imparare dalla tua esperienza e investirla nel futuro”. Forrest Gump: “Mamma diceva sempre: devi gettare il passato dietro di te, prima di andare avanti”. L’ultimo, di Confucio: “Non lasciare che il tuo passato determini il tuo destino”.

Il brano s’intitola: “Be you”. È un po’ malinconico, ma capita, che, pensando al passato, ci sia un po’ di malinconia. Anche la tristezza, fa parte della vita. Guardare avanti vuol dire essere consapevoli di tutto, e, per questo, scegliere la strada migliore. Vorrei ringraziare Augusto, nome vero, questa volta, mi ha scritto un messaggio: “Ti ringrazio per tutto. Sono Augusto, brasiliano, e da sei anni ascolto i tuoi podcast e video su YouTube. Ho iniziato ad ascoltarli per allenarmi e imparare l’italiano, ma grazie alle tue lezioni ho imparato ad essere una persona migliore. Grazie mille”. Caro Augusto, la vita è una grande battaglia, e a volte, le salite, sono dure. Poi, arriva un messaggio, come il tuo. Una parola gentile, una luce di nuova speranza, e così, continuo ad affrontare le mie sfide. Ieri una cara persona con cui lavoro mi diceva che voleva proprio vedere dal vivo, lavorando con me, non solo ascoltandomi, questa visione della vita che trasmetto, perché è ciò che sono, ed in cui credo, anche quando è dura, continuo. Persona umana, io, come te, che andiamo avanti, consapevoli che è nel presente, che cambiamo il futuro. Grazie Augusto, grazie a voi, di essere con me in questo viaggio. Alla prossima puntata. Ciao ciao

“Cambia la tua storia, scrivila oggi, disegna il tuo domani. L’unico passato che ti serve, è quello in cui riconosci che il tuo valore, le tue possibilità, le tue speranze, nessuno le ha cancellate, né ridotte, sono sempre lì, tu puoi renderle parte attiva della tua esistenza. Nulla è perso, dentro di te” -Annarosa Pacini

Crescita e realizzazione personale, comunicazione, motivazione, ispirazione, evoluzione, coaching on line – frasi, pensieri, aforismi e citazioni tratti dal lavoro della dr.ssa Annarosa Pacini , per un approccio originale alla scrittura personale della vita (© tutti i diritti riservati: è consentito l’uso con la citazione della fonte e link al sito)

Torna in alto