I segreti accorciano la vita (come renderli utili, se vuoi)

I segreti che accorciano la vita (come renderli utili, se vuoi). Annarosa Pacini, podcast per la crescita personale
Il segreto è spesso un modo per evitare di prendere coscienza dei problemi reali della vita. Si tratta di una strada sbagliata: l’unico modo, per risolvere, i problemi reali, è affrontarli. Comunicare per essere®, Annarosa Pacini podcast

Pensieri segreti ne hanno tutti, ma alcuni pesano più di altri. Pesano così tanto da accorciare la vita, sia che corrispondano a cose che hai fatto, sia che riguardino cose che hai desiderato. Ma il segreto ha qualcosa di più. A meno che il suo obiettivo, reale, non sia quello di tutelare e proteggere, è spesso un modo per evitare di prendere coscienza dei problemi reali della vita. Si tratta di una strada sbagliata: l’unico modo, per risolvere, i problemi reali, è affrontarli. I segreti li fanno, invece, diventare sempre più grandi. Ecco allora come fare, per prevenire situazioni che possono farti male (in tutti i sensi).
Podcast, corso di comunicazione, grafologia, comunicazione interpersonale, analisi grafologica, crescita personale, psicologia.

“Comunicare per essere®”, dedicato all’evoluzione personale, un’evoluzione personale che puoi vivere e mettere in pratica ogni giorno, perché essere è comunicare, e comunicare per essere significa scegliere di essere te stesso pienamente, e impegnarti ogni giorno per realizzarti. Un grazie ai nuovi amici che ogni giorno si aggiungono, e mi seguono sui social, e grazie per i commenti, per i messaggi, per i like. Mi trovi su Instagram, Facebook, Linkedin, Twitter. Per abbonarti al podcast scegli l’app che preferisci, a partire da Spreaker, che è la piattaforma che lo ospita, e abbonati, se già non lo hai fatto, così potrai ascoltare e riascoltare ogni puntata dove vuoi, quando vuoi e quanto vuoi.
Approfondimenti e novità su questo sito, annarosapacini.com, dove puoi richiedere direttamente anche il tuo Profilo grafologico, un’Analisi grafologica completa, iscriverti ai miei corsi e seguire tutte le mie iniziative. E non dimenticare di seguire la mia pagina Instagram, instagram.com/annarosapacini/. Pubblico le puntate nuove due volte a settimana, più puntate extra, che scoprirai seguendomi. E per non perderti nessun aggiornamento, iscriviti alla newsletter

I segreti accorciano la vita (come renderli utili, se vuoi)

Ho letto un articolo interessante, su Repubblica.it, che ho pensato di condividere con te, perché fa riflettere sull’importanza, fondamentale, anche per la salute, di gestire le relazioni in modo chiaro, della coerenza e del senso di responsabilità. Riporta i dati di una ricerca, pubblicata sul Journal of Personality and Social Psychology. Secondo questo studio, quasi nessuno può dire, in buona fede, di non avere segreti. Il 97 per cento di oltre seicento soggetti che hanno preso parte allo studio serbava almeno un segreto. In media ogni partecipante ne aveva tredici, di segreti, cinque dei quali mai raccontati a nessuno.
I segreti più inconfessabili sono, il primo, il desiderio di tradire il partner (che poi si concretizza), lo ha il 50 per cento delle persone, e tra questi il 66 per cento lo tiene nascosto a tutti e il 33 per cento lo rivela a qualche confidente. Il secondo segreto riguarda i comportamenti sessuali e il terzo è aver mentito a qualcuno. La ricerca ha verificato come, per mantenere un segreto, occorra molto impegno, in particolare quando la persona che vuole occultare un fatto, si trova in compagnia di chi non deve scoprirlo. Ad esempio, se sei un partner infedele, la sola presenza del tuo partner ufficiale evoca nella tua mente, che tu lo voglia o no, il pensiero dell’altra persona. Così devi sforzarti sia di sopprimere il pensiero dell’amante che di non lasciarti sfuggire nessuna frase compromettente. Sempre secondo la ricerca, la cosa più dannosa per il benessere non è nascondere i segreti, ma conviverci. Infatti i segreti ti tormentano anche quando sei da solo, perché emergono spontaneamente tra i tuoi pensieri, togliendoti concentrazione. Durante la settimana chi ha segreti extraconiugali ci pensa, quando è solo, almeno il doppio di quanto faccia quando sta con il partner.

I segreti, spesso, sono problemi non risolti o che non vuoi affrontare

Lo sforzo di sopprimerli e nasconderli li rende “iperaccessibili”, e fa sì che i pensieri relativi ai segreti spuntino fuori quando meno te lo aspetti: un segreto è come un cassetto che la coscienza non riesce mai a chiudere, perché il cervello considera i segreti realtà incompiute, irrisolte e, in generale, alle azioni incompiute attribuiamo istintivamente una rilevanza e una priorità superiori alle altre. E’ ciò, ad esempio, che ci permette di essere produttivi, evitando di lasciare le cose a metà. Il segreto diventa così un peso, che la mente percepisce, e rende tutto più complicato. Per questo, pensare troppo ai segreti fa salire il livello del cortisolo, l’ormone dello stress, e può ridurre la qualità del sonno. Gli esperti suggeriscono di confessare i tuoi segreti a qualcuno per non esserne ossessionato, o, almeno, di scriverli per te stesso, questo può alleggerire un po’ il peso che la tua psiche sopporta, e che, a lungo andare, può creare uno stato di stress capace di causare anche problemi fisici. Ora, su questa seconda parte, dei consigli, non sono del tutto d’accordo. Un segreto, e, in generale, ogni comportamento che noi stessi giudichiamo come negativo, produce un peso interiore. Può essere un segreto anche, semplicemente, quello che davvero pensi di un collega, o qualcosa che non hai mai detto ad un figlio, che quando andavi a scuola, non ti piaceva studiare. Non si può fare una scala di gravità dei segreti, non dire che hai un amante quanto è più grave di non svelare che ti mangi i biscotti di notte? Non dire che hai preso una multa perché andavi troppo forte quanto è più grave rispetto a nascondere i veri sentimenti che provi di fronte al comportamento di una persona che ami, magari sentimenti negativi? Ciò che rende un segreto un peso, a mio avviso, sta altrove.

I segreti (buoni) che proteggono

Però, prima, vorrei dire che esistono dei segreti buoni. Sono le “non verità”. Ovvero, non segreti che nascondi, ma verità che non dici. O che dici in modo che l’altro possa comprendere meglio. Io ho avuto una persona a me molto cara, una delle più importanti della mia vita, che per un periodo di tempo lunghissimo è stata molto malata. E, ogni volta, i risultati degli esami medici, erano una sorta di spada di Damocle sulla sua testa, e non riusciva più a gestirli. Così, tutti concordi (gli altri familiari ed io), ho deciso di occuparmene. Io li ritiravo, li leggevo, e poi le dicevo i risultati, se positivi, come erano, se negativi, modificati quanto poteva essere utile perché la sua speranza di guarire non cedesse. La speranza è forte, e permette di resistere. Tutti i segreti sono pesanti, ma quelli creati a fin di bene, hanno nella loro stessa ragione il motivo che ti permette di tenerli per te. E il beneficio che ne hanno gli altri, vale tutto lo sforzo. Altra cosa è, invece, il tipo di segreto di cui parla l’articolo: tradire il partner, avere comportamenti sessuali non opportuni (con chi, altri partner?), mentire a qualcuno, sono segreti che rimandano a difficoltà di relazione, a cose non dette, non chiarite, non affrontate.
Non è il segreto in sé a fare male, ma ciò che il segreto rappresenta. In una coppia in cui c’è un dialogo profondo e vero, le difficoltà si affrontano insieme, per superarle. Prima c’è un problema, personale, di coppia, entrambi, poi il tradimento. Nessun tradimento può esserci senza un precedente disequilibrio emozionale. In questo senso, i segreti sono segnali. E le persone non stanno bene con il segreto, perché, se scelgono, invece di affrontare il problema per risolverlo, di nasconderlo e rifugiarsi in altro, questo non farà che restare con loro, per tutto il tempo in cui non lo affronteranno. Rivelare il segreto è l’unica strada, se significa non scaricare sull’altro la propria scelta, magari sbagliata, ma avere il coraggio di affrontare i propri errori e il desiderio di trovare soluzioni migliori.
Io rispetto la libertà personale, e questa, può avere dei segreti, segreti piccoli, che non fanno male a nessuno. Ma quando un segreto fa male a qualcuno, non è un segreto. E’ un problema di comunicazione e di relazione, e, come tale, può trovare strade migliori per creare valore nella vita. A proposito di creare valore, se desiderio avviare un percorso di crescita personale mirato, per la tua vita, i tuoi obiettivi, l’espressione della tua natura originaria, contattami. Trovi tutti i miei recapiti nella pagina contatti, su annarosapacini.com, inclusi i social. E, da subito puoi richiedere il tuo Profilo grafologico essenziale, direttamente da questa pagina.
Per salutarti, due aforismi sulla verità, ed un brano musicale.
“Nel tempo dell’inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario!” (Pier Paolo Pasolini)
“La verità è la prima cosa da ricercare, dopo di che la bellezza e la bontà si aggiungeranno da sole” (Mahatma Gandhi)

Il brano che ho scelto per te si intitola: “Inspiring”. A me piace molto, trovare le giuste ispirazioni. Ti auguro di trovarne di grandi e bellissime, da seguire tutta la vita, senza bisogno di segreti.
Ti ringrazio, per essere stato con me. Alla prossima puntata.