Lo spirito può vincere il corpo (come non farti governare dai sentimenti negativi)

Lo spirito può vincere il corpo. Annarosa Pacini, grafologia e comunicazione per la crescita personale, podcast
Cosa succede, quando sei preda di sentimenti negativi, avverti l’ansia, una collera sale e non sai come sfogarla, e magari arrivano anche problemi fisici, piccoli, grandi? Di solito, lo spirito si abbatte. E’ comprensibile, e umano. Eppure, proprio in quei momenti serve che lo spirito sia più forte. E da lì parte ogni guarigione ed ogni soluzione. Annarosa Pacini, life trainer. Podcast "Comunicare per essere®"

In questa puntata voglio parlarti di come il tuo spirito può vincere sul tuo corpo. Cosa succede, quando sei preda di sentimenti negativi, avverti l’ansia, una collera sale e non sai come sfogarla, e magari arrivano anche problemi fisici, piccoli, grandi? Di solito, lo spirito si abbatte. E’ comprensibile, e umano. Eppure, proprio in quei momenti serve che lo spirito sia più forte. E da lì parte ogni guarigione ed ogni soluzione. Più il tuo spirito, la tua forza interiore, riesce a mantenersi salda, più le emozioni negative saranno ridimensionate. Le sofferenze morali, i dolori, le angosce, possono essere illuminati. E, una volta illuminati, riuscirai a vederli meglio, a trovare nuove prospettive. Così la forza interiore vince, e cambia anche la realtà esterna.
Podcast – grafologia, comunicazione, scrittura evolutiva e attivazione del pensiero profondo per la crescita personale, analisi grafologica, life coaching, counseling on line, comunicazione interpersonale, personalità, motivazione.

Comunicare per essere®”, un podcast dedicato all’evoluzione personale a tutto tondo. Del tuo essere, della tua conoscenza, della tua coscienza, del tuo spirito, della tua vita. Benvenuti all’ascolto ai nuovi amici, e ben ritrovati agli ascoltatori affezionati.
Puoi seguire il mio podcast su tutte le app più diffuse per ascoltare radio e podcast, iTunes, Spotify, Spreaker, scegli quella che preferisci, abbonati e potrai ascoltarlo quando vuoi.
Approfondimenti e novità su questo sito, annarosapacini.com, dove puoi richiedere direttamente anche il tuo Profilo grafologico, un’analisi grafologica completa in life coaching, iscriverti ai miei corsi e seguire tutte le mie iniziative. E non dimenticare di seguire la mia pagina Instagram, instagram.com/annarosapacini/

Lo spirito può vincere il corpo (come non farti governare dai sentimenti negativi)

In questi giorni sto molto riflettendo su quanto le esperienze della vita condizionino le persone. Tutti, tu, io. E più dure e più gravi sono le esperienze, più grandi i condizionamenti. Certo, ti ho detto tante volte, nel podcast, che non è una questione di quantità. Le risorse che tu hai a disposizione sono le tue, le risorse individuali sono diverse per ognuno, e, quindi, tu solo puoi decidere che peso ha una certa situazione.
E’ una cosa che mi tocca molto da vicino, quanto le esperienze della vita lascino traccia dentro l’animo umano. Abbiamo adottato nostro figlio quando aveva quasi dieci anni. Ha avuto una vita dura, esperienze traumatiche e terribili. Che, oggi, gli rendono difficile vedere il suo valore, esprimere la sua vera forza interiore. Ha molta difficoltà a riconoscere i sentimenti suoi e degli altri, e questo certo non migliora la vita.
Tante volte ti ho detto che io per prima metto in pratica quello che insegno, quello che condivido. E’ per questo che so che funziona. La vita di tutti noi è fatta di tante cose, belle, meno belle. Strade in discesa, e strade in salita. Nella mia vita, devo dirti la verità, di strade in discesa non ne è ho incontrate molte, ma le salite mi piacciono, consentono di andare più in alto.
Le esperienze negative segnano le persone, a volte si ha la possibilità di scegliere in che modo ci segnano, altre volte, invece, no. Serve molto tempo, perché lo si possa fare. Nel caso di mio figlio, che chiamerò Victor, per rispettare la sua privacy, ancora passerà del tempo, prima che la sua natura originaria possa prendere il sopravvento – se lui lo vorrà – sugli schemi di sopravvivenza che lo hanno aiutato, sì, a sopravvivere, ma che oggi lo ingannano e non gli consentono di vedere la vita per ciò che è. Lui non ne è consapevole, e questo non è mai un bene, perché solo la consapevolezza ti dà il vero potere di cambiare.

Come essere più forte delle tue sofferenze: la consapevolezza e il potere di cambiare

Potrai capire come possa accadere che ci siano giornate in cui chi lo ama, suo padre, io, soffra per lui, per le sue difficoltà e per i problemi che gli creano e che creano nella sua vita. E, in quanto esseri umani, siamo anche noi preda delle nostre sofferenze.
Anni fa, ho seguito una donna, che chiamerò Enrica. Enrica era stata lasciata dal marito da alcuni mesi, in un modo di cui non si capacitava: si era messo insieme alla sua migliore amica, e il marito della sua migliore amica, ex marito anche lui, a quel punto, era d’accordo. Solo lei, Enrica, non era d’accordo. E per tutti, suo marito ormai ex, la sua amica, l’ex marito dell’amica, i figli, era normale che continuassero a frequentarsi, a passare i fine settimana insieme come nulla fosse. Ma non per Enrica, Enrica odiava vederli, odiava incontrarli. Eppure, suo marito, ex, che chiamerò Sergio, era un bravo padre, sempre presente, voleva essere un bravo padre. Così lei si era trovata costretta, come soffocata, tra fare quello che sembrava essere bene per tutti, e quello che invece era bene per lei, allontanarsi. Le sue emozioni negative erano forti, e così le sue sofferenze morali. Quando racconto queste storie, non ho la possibilità di trasmettere davvero, con così poche parole, tanta vita, tanto amore, tanto dolore, tanta forza interiore, ma faccio del mio meglio. Così Enrica scaricava tutto il suo dolore sul figlio, tirando fuori con le parole peggiori che poteva trovare, tutto il dolore che aveva dentro. Stava male lei, stava male il figlio, gli altri no, loro non stavano male. E anche il suo corpo ne risentiva, sempre mal di testa, sempre dolori alla schiena, le sembrava che il corpo la tradisse. In realtà, il corpo rispondeva al suo spirito, la sua forza vitale era debole, i sentimenti negativi erano forti, e stava male, in tutti i sensi. Ci volle del tempo perché recuperasse una visione chiara di sé, del suo valore, di ciò che era bene per lei e per il figlio. Il suo spirito, la sua forza interiore, ha vinto sul suo corpo, sui marcatori emozionali che le stringevano la gola, sul sangue che andava alla testa e la portava a perdere il controllo delle sue parole. E’ riuscita, in modo straordinario, a trarre davvero del bene dalla sua situazione. Per sé, riconoscendo ciò che già non andava, nel rapporto con il marito, prima di quel momento. Imparando ad apprezzare ciò che era, e, soprattutto, a capire cosa voleva. E usando l’amore che aveva per fare in modo che la vita del figlio non fosse segnata in maniera sbagliato da quella esperienza.

Lo spirito può vincere il corpo (come non farti governare dai sentimenti negativi)

Tornando a me, ci sono delle giornate in cui sono molto addolorata per mio figlio, triste, mi spiace molto per lui. Io vedo la sua bellezza interiore, la riconosco, so che è lì, eppure, quanto gli è difficile riconoscerla. Non riconosce neanche la sua sofferenza. E quando si soffre, e non se ne è consapevoli, quello che si fa è creare altra sofferenza.
Certo, mi aiuta molto essere chi sono, fare il lavoro che faccio, chi lo vede dall’esterno è ammirato per i risultati che ha ottenuto, in questi anni. Ma ha ancora tanta strada da fare, per capire cosa davvero voglia dire essere felice. “Essere felice” nell’accezione che uso in comunicare per essere, un equilibrio interiore profondo, un centro che parte da te e si espande nella tua vita. E se, in quelle giornate, magari capita che mi si abbassi la voce, e sia difficile lavorare, certo un pochino mi abbatto, diciamo, un cinque per cento. Non mi abbatto con facilità, come ti ho raccontato in una puntata, in cui ti spiego perché, dal titolo “Come resistere alle realtà negative e cambiarle”. Non mi abbatto con facilità, ma come tutte le persone avverto anche io la sofferenza: è come la gestisci che fa la differenza.

La forza interiore che guida la tua vita

Come si fa a fare in modo che la forza interiore prevalga sul corpo?
Per prima cosa, non devi seguire il corpo. Se non ti senti in forma, prenditi cura di te e fai tutto quello che devi. Il corpo risponde e migliora. Non trascurarti, non prendere il segnale del corpo come un messaggio della tua debolezza, è il contrario: è un messaggio che ti dice che è importante stare bene, e tu, devi impegnarti per farlo.
Secondo, non farti trascinare dalle situazioni esterne e dagli stati emozionali. Questo, mi dirai, è più facile a dirsi che a farsi. Ebbene, posso dirti, no. Si può fare. Basta essere davvero chi sei, essere ben ancorato al tuo centro. Per esempio, se c’è una cosa che ho potuto mettere ulteriormente alla prova, con un figlio adolescente così difficile e complicato, è la mia vera natura. Sono sicuramente proprio paziente, comprensiva, comunicativa, buona. Ne sono certa, viste le prove che affronto. Anche autorevole, forte, molto consapevole. Prendo tutto molto sul serio. Non temo le sfide. Come tutti, ogni tanto sento la fatica, ma quello che conta è sapere qual è l’obiettivo finale. E non c’è obiettivo più grande dell’avere a cuore la felicità ed il bene di un altro essere umano. Ogni guarigione, ed ogni soluzione, parte proprio da lì.
Più il tuo spirito, la tua forza interiore, riesce a mantenersi salda, più le emozioni negative saranno ridimensionate. Le sofferenze morali, i dolori, le angosce, possono essere illuminati. E, una volta illuminati, riuscirai a vederli meglio, a trovare nuove prospettive. Così la forza interiore vince, e cambia anche la realtà esterna.
Questo vale per tutti noi. Se vuoi imparare ad essere te stesso per vincere le battaglie della tua vita, perché non provi ad usare la grafologia evolutiva®? Se vuoi approfondire, metto sempre a disposizione di tutti un incontro informativo gratuito, proprio per comprendere, spiegare. Un momento fondamentale, perché solo le scelte basate sulla consapevolezza sono davvero nostre.
Ti aspetto sulla mia pagina Instagram, per conoscere i tuoi commenti e le tue riflessioni, e ricordati che puoi seguire il mio podcast su tutte le app più diffuse per ascoltare radio e podcast, iTunes, Spotify, Spreaker, scegli quella che preferisci, abbonati e potrai ascoltarlo quando vuoi.
Approfondimenti e novità li trovi sempre sul questo sito, annarosapacini.com, dove trovi anche informazioni sul mio metodo, gli strumenti che metto a tua disposizione, dal Profilo grafologico al life coaching on line e molto altro. Nella pagina contatti trovi tutti i miei recapiti, ma sono presente anche sui social. Scrivimi, ti risponderò.
Se vuoi dedicarmi cinque minuti del tuo tempo, e scrivere una recensione su iTunes, ti ringrazio, i feedback sono importanti, piccoli incoraggiamenti di grande valore.
Ti saluto con due aforismi dedicati alla forza interiore:
“Scegli piuttosto di essere forte nell’animo che forte nel corpo” (Pitagora)
“Non sai mai quanto sei forte fin quando essere forte è la tua unica scelta” (Chuck Palahniuk)

Il brano che ti dedico si intitola “Love is strong”. L’ho scelto perché ci credo. L’amore è l’unica vera forza. Sii forte. Abbi cura di te.
Grazie per essere stato con me, alla prossima puntata.